31 maggio: giornata internazionale contro il tabagismo, per 24 ore evitate di fumare

WhatsApp
Telegram

GB – Il 31 maggio 2009 la Lega Italiana per la lotta contro i tumori (LILT) organizza la giornata contro i tumori provocati dal fumo.

“Prima causa evitabile di morte al mondo”. Così è stato definito il fumo dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Uno dei più gravi problemi socio-sanitari al mondo. Il tabacco provoca più decessi di alcool, droghe, AIDS, incidenti stradali, omicidi e suicidi messi assieme. 5 milioni di decessi all’anno, in tutto il mondo.

GB – Il 31 maggio 2009 la Lega Italiana per la lotta contro i tumori (LILT) organizza la giornata contro i tumori provocati dal fumo.

“Prima causa evitabile di morte al mondo”. Così è stato definito il fumo dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Uno dei più gravi problemi socio-sanitari al mondo. Il tabacco provoca più decessi di alcool, droghe, AIDS, incidenti stradali, omicidi e suicidi messi assieme. 5 milioni di decessi all’anno, in tutto il mondo.

La giornata fu indetta, per la prima volta, il 7 aprile 1988 dall’Organizzazione Mondiale per la Sanità che nel 2011 ha stimato che circa sei milioni di persone perdono la vita ogni anno a causa del fumo.

La Giornata mondiale senza tabacco è una ricorrenza che ha la scopo di invogliare le persone a smettere di fumare, abbandonare completamente questo dannoso vizio. Almeno 24 ore senza tabacco, è questa la sfida al tabagismo che viene lanciata ogni anno.

L’OMS ha promosso la Convenzione quadro internazionale per il controllo del tabacco. Si tratta del primo trattato internazionale al mondo per la tutela della salute pubblica. Essa stabilisce obiettivi e principi giuridicamente vincolanti che i firmatari (paesi o organizzazioni per l’integrazione economica, come l’Unione Europea) sono tenuti a rispettare. Riconoscendo i danni provocati dal tabacco e dalle aziende che lo vendono, la convenzione mira a tutelare le generazioni presenti e future dalle conseguenze del consumo di tabacco e dall’esposizione al fumo (il cosiddetto fumo passivo) non solo a livello sanitario, ma anche sociale, ambientale ed economico.

agenda scolastica

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur