300 cattedre scoperte nella provincia di Sondrio. I sindacati: “Nessuno vuole venire qui”

Stampa

Quasi 300 cattedre scoperte nella provincia di Sondrio, di queste, 288 sono immissioni in ruolo alle scuole medie e superiori, di cui 96 di sostegno, rimaste senza un “padrone”, nonostante si stia parlando contratti a tempo indeterminato.

Tutto questo lo denuncia la Cisl Scuola di Sondrio, al termine delle immissioni in ruolo autorizzate dall’Ufficio scolastico regionale e in vista della ripresa delle attività scolastiche.

“Senza creare falsi allarmismi, alla vigilia di un inizio d’anno di per sé complicato per l’emergenza Covid tuttora presente, questi sono i numeri registrati, che restituiscono il quadro della situazione”, afferma la segretaria generale Giovanna Bagiotti.

I posti dovranno essere proposti con “chiamati veloce” dal 28 agosto 2020 e poi eventualmente affidati a supplenti con contratto al 31 agosto 2021.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur