30 anni dalle stragi di mafia. Giannelli (Anp): “I giovani continuino la battaglia di legalità portata avanti da Falcone e Borsellino”

WhatsApp
Telegram

Antonello Giannelli, Presidente dell’ANP, così commenta la ricorrenza del 23 maggio.

“Il trentesimo anniversario della strage di Capaci nella quale persero la vita Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e gli agenti di scorta ci ricorda che dobbiamo continuare a parlare di legalità e a insegnarla non solo con le parole ma soprattutto con l’esempio. Le giovani generazioni non hanno un ricordo diretto di quel giorno terribile ma dobbiamo far sì che sappiano cosa avvenne”.  

Continua il Presidente dell’ANP: “Dobbiamo raccontare di quel magistrato che, pur sapendo cosa stava rischiando, non ha mai smesso di impegnarsi con onestà, caparbietà e coraggio nel suo difficile lavoro. Questo perché le cose stanno proprio come diceva Falcone, ‘Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini’. E perché, come Paese, non possiamo permetterci di dimenticare quelle idee e abbassare la guardia.  Credo che noi, da uomini e donne di scuola, possiamo farle camminare anche facendo bene il nostro lavoro, combattendo quella povertà educativa e quell’abbandono scolastico che, in molte aree disagiate del nostro paese, forniscono giovani braccia alla criminalità organizzata”. 

Conclude Giannelli: “Questo anniversario, il trentesimo, è più toccante dei precedenti. Anch’io, come moltissimi, ricordo dov’ero quando ricevetti quella tremenda notizia e l’immediata sensazione di dolore e sgomento. Una sensazione che si sarebbe ripetuta meno di due mesi dopo, con l’attentato nel quale persero la vita Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta. Dobbiamo far sì che le giovani generazioni conoscano quegli avvenimenti e le loro conseguenze, per continuare a combattere la stessa battaglia di legalità di Falcone e Borsellino, onorarne la memoria e trarne un insegnamento che li aiuti a fare le scelte giuste. È una responsabilità condivisa da tutti noi oltre che un impegno specifico per chi opera nella scuola: solo così il sacrificio di quei grandi italiani non sarà stato inutile”. 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur