3 x 2: la scuola della “discontinuità”. Lettera

Stampa
ex

Inviato da Cristina Adamo – Tre Dirigenti in 2 anni.

Insegno in una scuola secondaria di I grado italiana, e sottolineo italiana.

Tra dottorati di ricerca, reggenze e ricorsi, in due anni si sono avvicendati tre Dirigenti scolastici. Quest’anno, addirittura, il nuovo dirigente è subentrato ai primi di Dicembre, nel pieno delle attività di orientamento ( che hanno visto genitori ed alunni “disorientarsi” ulteriormente di fronte a tali repentini cambiamenti) quando oramai la scuola aveva intrapreso un percorso didattico ed organizzativo più o meno equilibrato, dopo il cambiamento di Dirigente, solo a settembre.

Ognuno di loro, una storia: atti d’indirizzo diversi, diverse programmazioni dell’anno scolastico, diverse concezioni del fare scuola, preferenze, abitudini, necessità,interessi, umori, stati d’animo. E noi docenti, in balia loro,dei colleghi collaboratori, dei genitori, degli alunni, del personale ata, più o meno ascoltati, sempre meno tenuti in considerazione, spesso umiliati come persone e come professionisti.
Beh, questa è la scuola in Italia!

E’ la scuola della “discontinuità”, sempre di più!

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata