#3 Intel Edu Challenge stories: Inclusione e tecnologia: un’esperienza diretta

Stampa

La testimonianza di Morena Castellani

Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”: un’osservazione, questa, che riassume le dinamiche di trasformazione che hanno toccato il mondo dell’istruzione quest’anno.

L’introduzione della tecnologia nelle aule ha completamente rivoluzionato il paradigma educativo, ampliando gli spazi d’apprendimento e la gamma di competenze acquisibili in classe.

Come fornire agli insegnanti gli strumenti adeguati ad affrontare le nuove sfide della didattica? Dopo “Intel 2020 Edu Challenge” un evento digitale per supportare gli educatori di ogni ordine e grado, Intel continua nella sua missione: supportare insegnanti e educatori di ogni ordine e grado, accompagnando la scuola verso gli scenari del futuro.

Tecnologia ed inclusione: l’esperienza dell’IC Foligno 2

Per Morena Castellani, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Statale Foligno 2, l’esperienza della didattica a distanza è stata un’occasione che ha messo la scuola alla prova: “tutto il corpo docente ha innalzato le proprie competenze digitali” dice, “in un modo che in un altro momento storico sarebbe stato impensabile.”

L’introduzione della tecnologia come strumento di mediazione ha permesso agli insegnanti di conoscere un nuovo linguaggio e ai ragazzi di vivere la dimensione della scuola anche fuori dall’aula. La classe è uscita dallo spazio confinato delle aule, integrandosi con la vita degli studenti, ad un livello sociale ed emozionale.

I cambiamenti non sono legati solo allo strumento e allo spazio virtuale d’apprendimento: è anche nel rapporto fra insegnanti e studenti che si aprono nuovi spazi di condivisione.

Un aspetto molto importante è stato questo rapporto privilegiato one to one con il docente, che ha permesso anche a tutti i ragazzi di emergere e di ottenere risultati migliori. Questo l’abbiamo osservato in tutti i ragazzi che avevano bisogno di un’attenzione speciale che il contesto classe non sempre offre, ma che la didattica a distanza ha reso possibile – con risultati importanti.”

Questi aspetti positivi rendono la tecnologia un elemento irrinunciabile, all’interno del percorso scolastico, e portano anche i più reticenti fra gli insegnanti ad osservarne i benefici. L’introduzione di una modalità nuova d’apprendimento, dove l’innovazione tecnologica è la chiave, dà la possibilità agli studenti di precorrere un cambiamento che li prepara ad affrontare i nuovi scenari del mondo del lavoro: spazi di collaborazione virtuali, nuovi strumenti, nuove dinamiche relazionali.

Con la collaborazione di Intel, Converge ha creato una selezione dei dispositivi più adatti a soddisfare le esigenze di ogni studente. Per saperne di più:  https://www.converge.it/it/intel-education-per-la-scuola

Stampa