3.300 studenti elementari e medi infettati Covid dall’apertura delle scuole, 15% in classe. Giappone punta a limitazioni spostamenti

Stampa

Il 13% di questi contagi è avvenuto a scuola mentre il 55% ha contratto la malattia fuori dagli istituti o nelle proprie abitazioni. In Giappone scatta l’allerta rossa per la terza ondata.

I dati sono stati forniti dal quotidiano Minichi Shimbun, riportando puntuali report governativi del Ministero dell’Istruzione e della Cultura.

Secondo quanto riporta il quotidiano, i numeri a fine agosto davano 1.166 casi, dall’apertura delle scuole i casi nella fascia d’età tra elementari e medie sono triplicati. I contagi all’interno delle scuole ammonterebbero al 13% del totale.

Secondo gli ultimi dati raccolti questa mattina, in Giappone le infezioni hanno superato quota 151mila con poco più di 2mila morti. Il timore è che il paese si trovi, però, davanti ad una terza ondata che ha messo sotto stress alcuni ospedali. Si punta a limitare gli spostamenti non necessari tra regioni e chiedere agli anziani di non lasciare la propria abitazione

Stampa

Aggiornamento Ata: Puoi migliorare il tuo punteggio in tempi rapidi: corso di dattilografia a soli 99 euro. Contatta Eurosofia