Argomenti Archivio 2016

Tutti gli argomenti

25% studenti italiani ha difficoltà in matematica, OCSE: avviare attività pomeridiane per il recupero

Stampa

E' questo il consiglio che l'OCSE dà ai paesi membri che presentano difficoltà in matematica, e l'Italia non è messa bene.

E' questo il consiglio che l'OCSE dà ai paesi membri che presentano difficoltà in matematica, e l'Italia non è messa bene.

La mancanza di fiducia in se stessi e la mancanza di perseveranza nello studio vengono  associati al fallimento nel proseguo dell'istruzione,  "this lack of perseverance – leggiamo, infatti – could be interpreted as showing that low performers are partly responsible for their own academic failures."

Per arginare ciò, si suggerisce l'avvio di attività extracurriculari, la cui efficacia viene dimostrata prendendo in esame caso per caso, ed analizzando l'incremento delle competenze, in associazione con l'avvio delle attività pomeridiane.

"The good news is – leggiamo nel dossier OCSE – that PISA results also show that
students who did mathematics as an extracurricular activity were much more interested in mathematics than students who did not. Across OECD countries, students who reported doing mathematics as an extracurricular activity “sometimes”, “often” or “always” were about three times more likely to be interested in the things they learn in mathematics than students who never did mathematics as an extracurricular activity."

Quindi, maggiore interesse nello studio della matematica può essere raggiunto attraveso attività extra e mirate, che aiuta al superamento degli ostacoli e all'avvio di un circolo vizioso positivo.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur