24 ore per tutti, compreso sostegno e primaria. Salvi solo i docenti di religione?

di
ipsef

red – Il testo della bozza della finanziaria riserva sempre delle sorprese. In attesa della comunicazione della bozza definitiva al parlamento, quelle attualmente circolati includono novità anche per sostegno e primaria

red – Il testo della bozza della finanziaria riserva sempre delle sorprese. In attesa della comunicazione della bozza definitiva al parlamento, quelle attualmente circolati includono novità anche per sostegno e primaria

E chi pensava che i docenti della scuola primaria fossero stati esclusi dalle novità contenute nella bozza della legge di stabilità si sbagliava di grosso.

Partiamo dal sostegno. Nella bozza, o in una delle circolanti, viene elevato il tetto orario a 24 anche per i docenti che si occupano degli alunni diversamente abili. Un bel 24 tondo tondo da organico di dirittto (con le dovute conseguenze del caso), mentre i docenti curriculari prenderanno gli spezzoni all’interno dell’istituto stesso fino a 24 ore, mentre il resto farà supplenze.

Novità anche per le maestre e i maestri della primaria, l’orario frontale passerà da 22 a 24 ore.

Nessun cenno, invece, per gli insegnanti di religione che nelle bozze mancano all’appello.

Una vera e propria "carneficina oraria" per la quale si stenta a comprenderne le possibilità applicativa nella pratica e la possibile applicazione giuridica. Francamente, tutto ciò, ci pare lontano dalla realtà.

Ma questi tempi di crisi ci hanno abituato a tutto, nella speranza che lassù qualcuno rinsavisca e ritiri questo provvedimento.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione