24 CFU concorso 2018 per laureati: possono essere validi anche per integrare il piano di studi

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nell’ambito dei percorsi formativi per l’acquisizione dei 24 CFU in discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche da conseguire per accedere al concorso 2018 per non abilitati (senza tre anni di servizio) nella scuola secondaria, è possibile che ci siano candidati che debbano ancora proseguire il corso di studi per acquisire i crediti utili per l’accesso alla classe di concorso considerata.

I requisiti di accesso al concorso sono infatti:

  • laurea magistrale (o vecchio ordinamento) che consente l’accesso alla classe di concorso
  • i 24 CFU

Potrà quindi capitare (si pensi in particolare alle situazione dei laureati che hanno accesso alla classe di concorso

Scienze giuridico – economiche, o alla classe di concorso A18

Filosofia e Scienze Umane) che nello stesso anno accademico i candidati si trovino nella situazione di dover sia integrare il piano di studi sia conseguire i 24 CFU.

I requisiti per l’accesso alla classe di concorso possono essere desunti dal DPR 19/2016 e dalle modifiche introdotte con il DM 259/2017

Con la nota del 25 ottobre 2017 il Miur ha chiarito che, qualora coincidano, i crediti acquisiti all’interno del percorso per i 24 CFU possono essere contati anche per il soddisfacimento dei requisiti, espressi in termini di possesso di crediti in determinati SSD, per l’accesso alle classi concorsuali per l’insegnamento.

La nota

Tutte le info utili per il conseguimento dei 24 CFU

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare