23 e 24 novembre, X giornata nazionale della sicurezza nelle scuole.

di Lalla
ipsef

Cittadinanzattiva onlus Ufficio stampa – A dieci anni dal terremoto del Molise, in cui morirono 27 bambini e una maestra sotto il crollo della scuola elementare Jovine di San Giuliano e a quattro anni dal crollo del Liceo Darwin a Rivoli dove perse la vita Vito Scafidi, si rinnova il 23 e 24 novembre l’appuntamento con la Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole, quest’anno alla decima edizione, promossa da Cittadinanzattiva negli istituti scolastici di ogni ordine e grado.

Cittadinanzattiva onlus Ufficio stampa – A dieci anni dal terremoto del Molise, in cui morirono 27 bambini e una maestra sotto il crollo della scuola elementare Jovine di San Giuliano e a quattro anni dal crollo del Liceo Darwin a Rivoli dove perse la vita Vito Scafidi, si rinnova il 23 e 24 novembre l’appuntamento con la Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole, quest’anno alla decima edizione, promossa da Cittadinanzattiva negli istituti scolastici di ogni ordine e grado.

Cinquemila le scuole coinvolte con eventi in 16 regioni (l’elenco è disponibile sul sito web www.cittadinanzattiva.it) per promuovere la diffusione della cultura e della informazione sul tema della sicurezza e della salute a scuola.

Edifici sicuri e “a prova di terremoto”, Piani comunali di emergenza, benessere e corretta alimentazione, uso responsabili di internet, sono i temi principali che saranno trattati nel corso delle iniziative nelle scuole per la X Giornata.

Studenti, genitori, insegnanti e chiunque abbia a cuore la sicurezza e la salute a scuola, può contribuire attivamente partecipando alla Giornata o segnalando situazioni di insicurezza e degrado, o al contrario, buone pratiche diffuse negli istituti scolastici chiamando lo 06.36718555, oppure scrivendo a [email protected]

L’appuntamento a Roma è il 23 novembre presso l’Istituto comprensivo di via Rizzo 1 (ingresso da Piazzale degli Eroi, ore 9.30-11.30): 45 ragazzi dell’istituto comprensivo. indosseranno giubbini speciali che li identificheranno come “Responsabili Studenti per la Sicurezza” ed istruiranno i genitori e tutti i partecipanti sul tema della sicurezza, a scuola e a casa, legata al rischio sismico: inoltre interrogheranno le autorità presenti, a cominciare dai rappresentanti della Protezione civile, sulla sicurezza del territorio. L’evento si concluderà con una simulazione di intervento di primo soccorso a cura dell’Ares 118 di Roma.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione