A.S. 2011/2012: nuovi problemi per i Dirigenti Scolastici

di redazione
ipsef

os.it consiglia Forum Media Edizioni – L’anno scolastico che è appena iniziato si presenta, ancora una volta, particolarmente problematico e stressante per il Dirigente Scolastico: basti pensare alla rendicontazione sociale , alla valutazione del corpo docente e al taglio del personale ATA .

os.it consiglia Forum Media Edizioni – L’anno scolastico che è appena iniziato si presenta, ancora una volta, particolarmente problematico e stressante per il Dirigente Scolastico: basti pensare alla rendicontazione sociale , alla valutazione del corpo docente e al taglio del personale ATA .

Rispetto al passato, l’organizzazione scolastica deve essere conforme al Piano dell’Offerta Formativa e delle richieste degli utenti. Oltre a ciò, per far fronte al consistente taglio di fondi pubblici imposti dal Governo negli ultimi anni, si rende necessaria una ponderata razionalizzazione delle spese ed un’ efficiente allocazione delle risorse in dotazione .

Per raggiungere, verificare e misurare gli obiettivi dell’offerta formativa (POF), sono necessari modelli di valutazione oggettivi , conformi ai criteri ministeriali, al fine di non produrre valutazioni autoreferenziali.

Inoltre, il Dirigente Scolastico è chiamato ad applicare le nuove procedure di valutazione delle performance imposte dal D.Lgs. 150/09, che saranno valutate da ispettori esterni, come stabilito dal nuovo Decreto milleproroghe.

Per supportare il Dirigente Scolastico nel suo lavoro quotidiano, abbiamo realizzato l’unica guida pratica con CD-Rom : “Strumenti pratici di gestione e valutazione per Dirigenti Scolastici – Modulistica pronta per l’uso, modelli di valutazione e linee guida di facile applicazione” , aggiornato agli ultimi provvedimenti dei Ministri Gelmini e Brunetta. L’utilizzo congiunto del manuale e della modulistica contenuta nel CD-Rom consente di analizzare e allocare correttamente le risorse disponibili, contenendo i costi di gestione , eliminando gli sprechi e salvaguardando il fondo d’Istituto .

Per ulteriori informazioni, clicchi qui .

Versione stampabile
anief anief
soloformazione