200 euro di aumento o stracceremo le tessere sindacali, Professione Insegnante: 72mila firme

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato Professione Insegnante – Adeguamento dello stipendio, la petizione di Professione Insegnante avanza ad oltre 72.000 firme

Sono trascorse due settimane e la petizione nata per diffidare i sindacati dal firmare un contratto con aumenti umilianti procede la sua corsa verso 100.000 firme.

La recente apertura del tavolo delle trattative sulle cifre da per gli adeguamenti stipendiali lascia intendere che i contratti non si chiuderanno presto.

Professione Insegnante si augura che nel frattempo i sindacati chiamati a contrattare si accorgano che ci sono ben 72.000 firme su una petizione che diffida loro dal firmare aumenti irrisori e soprattutto arretrati umilianti per gli insegnanti. Secondo uno studio de “il sole 24 ore” dal 2010 ad oggi l’impoverimento degli insegnanti è pari al 12.5%. Il loro stipendio è l’unico che non ha subito alcun adeguamento negli ultimi 9 anni.

Lo studio del quotidiano di confindustria porta cifre perfettamente in linea con quelle calcolate da Professione Insegnante che valuta in 200 euro netti l’adeguamento che gli insegnanti meritano, affinché il loro stipendio abbia lo stesso potere di acquisto del 2008. Si parte da 85 euro, lordi e fra tre anni ovvero quando il tasso di inflazione avrà contribuito in modo determinante ad impoverire ulteriormente i docenti. Per il 2018, infatti, è previsto un aumento dell’1,7% e altrettanto per il 2019. Noi di PI riteniamo umiliante lo stesso punto di partenza che nella migliore delle ipotesi si tradurrebbe in 50 euro netti al mese. La nostra petizione continua la sua corsa per tutta la durata della contrattazione.

Riteniamo che le nostre pressioni nei confronti dei sindacati possano essere determinanti. Qualora essi dovessero firmare un accordo su un aumento come proposto dal governo, i docenti firmatari della petizione si riterranno liberi di stracciare le deleghe. Decine di migliaia di tessere stracciate che avranno il significato di sfiduciare quei sindacati cui ormai molti docenti non credono più

Ecco il link della petizione

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione