2.000 posti extra per l’immissione in ruolo delle docenti di infanzia. PD lavora a emendamento in Legge Bilancio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La legge di Bilancio è stata ancora una volta una beffa per le insegnanti di scuola dell’infanzia.

Non pochi giorni fa il Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli aveva annunciato in una audizione alla Camera “penseremo a loro nella Legge di Bilancio”, in riferimento ai docenti di infanzia e primaria. Dopo aver illustrato le novità che riguarderanno nel corso del 2018 il reclutamento dei docenti della secondaria resta infatti il grande punto interrogativo di quali saranno gli impegni del Governo nei confronti dei docenti di infanzia e primaria.

E se non si nasconde che si attende l’esito della Plenaria – che dirà se è corretta la richiesta di inserimento nelle Graduatorie ad esaurimento dei diplomati magistrale entro l’a..s 2001/02 – per prendere qualsiasi decisione, le parole del Ministro avevano fatto pensare immediatamente alla questione “potenziamento”, rimasta finora lettera morta per i docenti di infanzia, a causa della mancanza di risorse.

La speranza è durata giusto il tempo di qualche giorno, perché la bozza della Legge di Bilancio è chiara e non presenta alcun investimento per questo ordine di scuola.

Apprendiamo oggi da Repubblica che sarebbe allo studio un emendamento per “l’assunzione extra di 2.000 docenti della materna”.

Ancora una volta migliaia di docenti con il fiato sospeso, alla ricerca di una soluzione per la stabilizzazione.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione