1984 Dirigenti Scolastici neoassunti ma ancora tante reggenze

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Lazio potrà contare, tra meno di un mese, su 108 nuovi presidi per coprire i posti nelle scuole che risultano prive di un dirigente scolastico.

I dati sono forniti dal Messaggero.

A Roma invece, dove sono presenti più di 1.400 istituti e oltre 75mila alunni tra elementari, medie e superiori, rimarranno posti vacanti all’incirca 70 scuole che dovranno essere ancora affidate a reggenza, sia in seguito a distacchi dei dirigenti, sia per vera e propria mancanza di titolarità.

Tra le scuole prive di un preside, secondo l’analisi dell’ANP, si va dall’Istituto comprensivo di piazza San Damiano Sauli a quello in via Melissa Bassi di via dell’Archeologia (Tor Bella Monaca), dalla scuola, che ha sia le elementari che le medie, di via Latina all’istituto Nelson Mandela di via dei Torriani.

Tra le scuole che andranno in reggenza ci sono il liceo Scientifico Antonio Labriola di via Capo Sperone, il professionale De Pinedo-Colonna, il Classico Visconti e lo Scientifico Cavour.

Tra le scuole che, invece, potranno contare su un nuovo dirigente ci sono l’Istituto comprensivo Daniele Manin, l’Elsa Morante, il Pio la Torre, l’Enzo Biagi, l’istituto di via Cassia 1694, il Mahatma Gandhi, il tecnico commerciale Lucio Lombardo Radice.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione