195 nuove scuole entro il 2026: accoglieranno oltre 58mila studenti. La sfida di Bianchi per il futuro

Stampa

Gli interventi diretti a garantire la sicurezza e l’efficientamento energetico degli edifici scolastici e la qualità degli ambienti di apprendimento rappresentano una priorità assoluta del Ministero. Nel corso dell’anno 2022 e nel triennio 2022-2024, il Ministero dell’istruzione darà, infatti, attuazione ai progetti di riqualificazione del patrimonio edilizio scolastico, anche previsti nel Pnrr, attraverso risorse nazionali, risorse RRF e fondi PON 2021-2027.

È una delle priorità indicate nell’Atto di indirizzo politico-istituzionale del Ministero dell’Istruzione per l’anno 2022
che individua le priorità politiche che orienteranno l’azione del Ministero per l’anno 2022 e per il triennio 2022-2024, firmato dal ministro Patrizio Bianchi.

Il Ministero, si legge nel documento, attraverso la specifica misura di investimento prevista nel Pnrr, “mira alla costruzione di nuove scuole, mediante interventi di sostituzione edilizia, che condurranno, entro il 2026, alla realizzazione di 195 nuovi edifici scolastici, per un totale di oltre 400.000 metri quadrati, che accoglieranno circa 58.000 studenti, generando una riduzione del consumo di energia finale del 20% rispetto ai parametri nazionali”.

Il Ministero, prosegue il documento, “sarà inoltre impegnato nella realizzazione di un grande piano per la messa in sicurezza e la riqualificazione strutturale ed energetica del patrimonio edilizio scolastico esistente, anche al fine di favorire una progressiva riduzione dei consumi energetici. Il piano di riqualificazione – che prevede la ristrutturazione di una superficie complessiva di 2.400.000,00 mq – vedrà il coinvolgimento del Ministero dell’Istruzione nella gestione del processo di autorizzazione, monitoraggio e rendicontazione degli interventi, la cui realizzazione avverrà sotto la responsabilità degli enti locali proprietari degli edifici”.

Una specifica linea di investimento “riguarda il potenziamento delle infrastrutture per lo sport a scuola, con l’obiettivo di aumentare, attraverso interventi di nuova costruzione, riqualificazione e messa in sicurezza degli spazi scolastici, l’offerta di attività sportive, anche oltre l’orario curriculare, su tutto il territorio nazionale, già dalle prime classi della primaria”.

ATTO DI INDIRIZZO

Il Ministro Bianchi ha firmato l’Atto di indirizzo per l’anno 2022. Le 8 priorità

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!