150mila immissioni in ruolo. Possibili anche per seconda fascia istituto e non abilitati di terza fascia con più di 36 mesi di servizio: sono quasi 1.000

Di Lalla
Stampa

In un complesso articolo di Repubblica.it Corrado Zunino cerca di offrirci qualche anticipazione sul decreto, ancora in fase di stesura, sulle immissioni in ruolo di settembre 2015.

In un complesso articolo di Repubblica.it Corrado Zunino cerca di offrirci qualche anticipazione sul decreto, ancora in fase di stesura, sulle immissioni in ruolo di settembre 2015.

Aumentano le speranze per coloro che sono in possesso dei requisiti previsti dalla sentenza euopea sul precariato.

Nessun dubbio dovrebbe ormai esserci sulla assunzione di coloro che si trovano nelle Graduatorie ad esaurimento (speriamo possano essere smentite anche catastrofiche provisioni di Italia Oggi per classi di concorso non più insegnate o di difficile collocazione) e nelle graduatorie del concorso a cattedra 2012, idonei compresi (la rassicurazione del Ministro in una interrogazione parlamentare di ieri pomeriggio).

La presentazione del decreto, a grandi linee, è attesa per domenica alla Festa del PD sulla scuola, mentre i provvedimenti normativi saranno verosimilmente presentati nel Consiglio dei Ministri del 27 febbraio.

Dal conteggio finale sui candidati al ruolo rimarrebbero posti vuoti (e bisogna ancora eliminare coloro che, per cause personali, non accetteranno la proposta di contratto a tempo indeterminato), che potrebbero essere utilizzati per ottemperare alla sentenza emanata il 26 novembre scorso dalla Corte di Giustizia europea. 

Quale potrebbe essere l'interpretazione che ne dà l'Avvocatura di Stato: forse più di 36 mesi su posto vacante, intendo quest'ultimo (probabilmente) esclusivamente quello disponibile fino al 31 agosto (ma questo sarà il decreto a chiarircelo). 

Secondo i calcoli ministeriali, riportati da Repubblica.it, potrebbero quindi essere destinatari del contratto a tempo indeterminato 1.793 insegnanti (in anteprima la redazione di OrizzonteScuola aveva parlato di mille fortunati, azzeccandoci): 875 risultano infatti già inseriti nelle Graduatorie ad esaurimento, 755 sono in seconda fascia delle graduatorie di istituto, 163 in terza.

Questa intepretazione farebbe compiere un passo avanti nelle rivendicazione da parte dei precari esclusi dalle immissioni in ruolo, ossia il fatto che non sia necessaria l'abilitazione per essere assunti a tempo indeterminato con i requisiti della sentenza europea.

Un grosso passo avanti per quanto riguarda le problematiche del precariato, che dovrebbe indurre il Governo a calibrare bene anche i prossimi provvedimenti su concorso e abilitazione.

Ma da oggi a domenica 22, ormai siamo abituati, le indiscrezioni potrebbero cambiare ancora. 

I commenti dei sindacati. 

Gilda: irrispettoso dover apprendere modalità immissioni in ruolo da stampa 

Anief: Cifra irrisoria, Miur dà i numeri

Cisl Un modo di procedere assolutamente inaccettabile 

 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur