150mila assunzioni, suggerite da Agnese al marito Renzi. Niente incarico per la first lady

Di
WhatsApp
Telegram

Ieri alcune testa giornalistiche si sono concentrate su un'illustre precaria della scuola, la moglie del Primo Ministro Renzi, ieri alle nomine. Nessuna cattedra, ma confessa di essere stata ispiratrice della riforma.

Ieri alcune testa giornalistiche si sono concentrate su un'illustre precaria della scuola, la moglie del Primo Ministro Renzi, ieri alle nomine. Nessuna cattedra, ma confessa di essere stata ispiratrice della riforma.

Ieri è stata fotografata mentre attendeva il suo turno dal quotidiano "La Nazione", durante le nomine da graduatoria ad esaurimento.

Seguici anche su FaceBook. Lo fanno già in 137mila

L'esperienza della Landini è un'esperienza da precaria, come molte altre in Italia e quest'anno niente nomina, attenderà come altre centinaia di migliaia di precari la chiamata da graduatoria d'istituto.

In una intervista rilasciata a Repubblica, Agnese Landini, moglie del Premier Renzi, confessa di aver ispirato la riforma della scuola, almeno la parte relativa ai docenti precari e alle assunzioni da graduatoria ad esaurimento.

"Le 150 mila assunzioni – chiede il Giornalista – che dovrebbero azzerare le graduatorie dei precari le ha suggerite lei al premier, è lei l'ispiratrice della riforma?"

"Beh sì, – risponde la Landini – come in tutte le coppie, ci confrontiamo. Matteo conosce la realtà della scuola italiana. Sa quali sono i punti di forza e di debolezza del mondo dell'istruzione anche attraverso la mia esperienza".

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur