150 mila assunzioni. Sondaggio: sei ottimista o pessimista?

Stampa

Attendendo il 22 febbraio, come ha anticipato il Primo Ministro Renzi, per noi della redazione le 150mila assunzioni sono già realtà, per altri un po' meno. Partecipa al nostro sondaggio.

Attendendo il 22 febbraio, come ha anticipato il Primo Ministro Renzi, per noi della redazione le 150mila assunzioni sono già realtà, per altri un po' meno. Partecipa al nostro sondaggio.

C'è chi non ci crede ancora, c'è chi continua ad inventare possibili intoppi o dilazioni delle assunzioni, c'è chi ha acceso dei ceri in chiesa, c'è chi gufa e chi, come noi, ormai ritiene la cosa fatta.

Il nostro è l'ottimismo di chi segue le vicende dei docenti precari da 11 anni, da quando la nostra realtà è nata. L'ottimismo di chi ha vissuto il taglio delle cattedre dell'era Gelmini, la riduzione dei posti, i ricorsi che hanno portato alla sentenza della corte di giustizia europea, di chi ha vissuto le fratricide "guerre tra poveri" (per utilizzare un termine che dà fastidio a molti).

Un ottimismo che abbiamo ostentato, perché era il momento di essere fiduciosi e di buon  umore, ma che ci è costata anche all'accusa di essere filogovernativi. Se tifare perché 150mila nuovi docenti vengano assunti, chiudendo un capitolo triste della storia della scuola, che si è condensato nell'esperienza di migliaia di docenti in lista d'attesa anche per più di 10 anni, significa essere filogovernativi, allora lo siamo.

Eppure non tutti sono fiduciosi e di buon umore. Abbiamo, allora, deciso di sondare gli umori dei nostri utenti con un semplice sondaggio al quale ti preghiamo di rispondere.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata