150 mila assunzioni: le GAE si esauriranno? Apertura ai “giovani”. Dal 2016 solo concorso. Facciamo il punto delle indiscrezioni

Stampa

Saranno svuotate le graduatorie dei precari? Il decreto sulle immissioni in ruolo sarà presentato venerdì in Consiglio dei Ministri. Dal palco della festa del PD poche indicazioni, ci sarà ancora modo di parlare degli aspetti tecnici.

Saranno svuotate le graduatorie dei precari? Il decreto sulle immissioni in ruolo sarà presentato venerdì in Consiglio dei Ministri. Dal palco della festa del PD poche indicazioni, ci sarà ancora modo di parlare degli aspetti tecnici.

Al di là dei numeri (150mila, 148.100 o 134mila) la prima domanda è: le graduatorie ad esaurimento e del concorso 2012 saranno svuotate? Perchè questo era l'assunto su cui si basava il documento La Buona Scuola e sul quale tutto il Paese è stato chiamato a consultazione per ben due mesi.

Se sulle graduatorie del concorso 2012 – vincitori e idonei, differenza sparita con il dm 357/2014 che autorizza lo scorrimento delle graduatorie di merito oltre il numero dei posti banditi – sembrano non esserci dubbi dopo la rassicurazione del Ministro Gelmini in un recente question time (tra l'altro il loro numero, rispetto alla documentazione del settembre 2014, dovrebbe essere sceso) il nodo rimane quello delle graduatorie ad esaurimento.

In realtà dal Governo non è ancora emerso nulla di tecnico sui provvedimenti, ciò che sappiamo lo dobbiamo a fonti giornalistiche e da un comunicato degli esponenti del M5S. Indiscrezioni anche criticate da alcuni esponenti del Governo, ma non smentite. Tendiamo invece a credere che il decreto, sicuramente complesso, potrà trovare la sua versione definitiva solo nei prossimi giorni, prima di essere presentato al Consiglio dei Ministri di venerdì 27 febbraio. (M.E. Boschi: la prossima settimana il CDM stabilizzerà gli insegnanti)

A dare l'allarme – dicevamo – il M5S, che in comunicato del 19 febbraio 2015 scrive "Il piano di assunzioni degli insegnanti dei 150 mila insegnanti molto probabilmente non si esaurirà a settembre 2015, ma verrà spalmato negli anni successivi."

Seguono le fonti giornalistiche, Corriere.it, Repubblica.it e IlSole24Ore.

La prima riguarda l'apertura del piano di immissioni in ruolo anche a seconda e terza fascia delle graduatorie di istituto, in possesso dei requisiti previsti dalla sentenza europea del precariato, nell'interpretazione che ne dà l'Avvocatura dello Stato (ancora non chiariti) Si parla quindi 1.793 insegnanti, ma 875 risultano infatti già inseriti nelle Graduatorie ad esaurimento (e quindi avrebbero comunque diritto all'immissione in ruolo) 755 sono in seconda fascia delle graduatorie di istituto, 163 in terza. 150mila immissioni in ruolo. Possibili anche per seconda fascia istituto e non abilitati di terza fascia con più di 36 mesi di servizio: sono quasi 1.000

La seconda riguarda la possibilità di dover scegliere i criteri di assunzioni per le graduatorie ad esaurimento (se veramente tali indiscrezioni saranno confermate dal decreto). E qui è IlSole24Ore a fornire i numeri: 100-110mila da Graduatorie ad esaurimento e il resto da Graduatorie di istituto. Secondo una parola d'ordine: le graduatorie non saranno svuotate del tutto ma secondo necessità Immissioni in ruolo. Sole24Ore: graduatorie ad esaurimento svuotate secondo necessità. Organico funzionale: 5 insegnanti in più a infanzia e primaria, 2 per le secondarie

Il culmine di tutto ciò è però rappresentato dalle anticipazioni del Corriere.it, secondo il quale gli almeno 20 mila iscritti nelle GaE che non hanno mai messo piede in un'aula nella loro vita sarebbero quasi sicuramente esclusi dalle immissioni in ruolo. Graduatorie ad esaurimento: chi non ha mai insegnato potrebbe rimanere fuori dalle immissioni in ruolo?

Un guazzabuglio, purtroppo non esplicitamente districato alla festa del PD, perchè se si mettono in successione gli interventi di Ministro, sottosegretario e premier il cerchio non si chiude ancora.

Il Ministro Giannini ha affermato "Le intenzioni sul piano straordinario di immissioni in ruolo non sono cambiate, il dibattito ci ha consentita di aggiustare il tiro"

Il Sottosegretario Faraone: Noi risolviamo il problema, non ci saranno più precari, dal prossimo anno assunzioni solo per concorso. Annulleremo la supplentite, basta insegnanti meteore, ci vuole continuità.

Il Premier Renzi "Smettiamo di giocare sulla pelle dei precari, abbiamo prodotto più precariato del dovuto. Come prendiamo i 148mila? Le tecnicalità saranno discusse nel nostro provvedimento. Non sarete tutti d'accordo, ma vi garantisco perché abbiamo scelto di intervenire in quel modo." E ancora "Non si può consentire che gli insegnanti passino i primi anni della loro carriera a perdere entusiasmo per questa professione".

Confermato il piano straordinario, in molti gioiranno per l'assunzione a tempo indeterminato (seppure non conosciamo ancora i particolari), qualcuno potrebbe rimanere scontento.

Tutti d'accordo però sul fatto che dal 1° settembre 2016 si salirà in cattedra solo per concorso. Dal 2016 immissioni in ruolo nella scuola solo per concorso pubblico

E dunque toccherà attendere il 27 febbraio, a meno che in questi giorni gli esponenti del Governo non vogliamo mettere ordine in questo mare di indiscrezioni.

Il PD presenta la riforma scuola. Il resoconto e le reazioni. Giannini: le intenzioni non sono cambiate

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur