147.000 cattedre vuote. FLC CGIL: si coprano con piano straordinario

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Le domande pervenute finora dalla Quota 100 sono circa 17mila tra docenti e ATA.

A queste si aggiungono i 21mila posti che si libereranno a settembre prossimo per l’ordinario turn over e i circa 109mila posti liberi, tuttora coperti da supplenti. Lo afferma la FLC CGIL in una nota, commentando che sono numeri allarmanti.

Le graduatorie dei prossimi concorsi, continua la nota, saranno pronte a settembre 2020, quelle ad esaurimento e di merito del concorso 2016 non saranno sufficienti a coprire tutti i posti liberi.

Nell’anno scolastico 2018/2019 il 60% dei posti autorizzati non sono stati coperti per mancanza di docenti.

Per il sindacato i 147mila posti liberi a settembre 2019 si potranno coprire solo con una fase transitoria e straordinaria, che stabilizzerebbe
docenti abilitati e supplenti con 3 annualità di servizio e un piano straordinario per gli ATA, in questo modo si uscirebbe dall’emergenza.

Infine annuncia la protesta del prossimo 12 marzo insieme a Cisl e Uil.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione