14 febbraio 2014: sciopero dei dirigenti scolastici

di redazione
ipsef

FLCGIL – Continua la mobilitazione dei dirigenti scolastici a difesa della loro retribuzione, delle condizioni del lavoro e della qualità della scuola pubblica. La FLC CGIL proclama lo sciopero dei dirigenti scolastici per il giorno 14 febbraio 2014 dopo gli esiti negativi della conciliazione del 20 gennaio  e l’incontro insoddisfacente con il Ministro Carrozza del 28 gennaio.

FLCGIL – Continua la mobilitazione dei dirigenti scolastici a difesa della loro retribuzione, delle condizioni del lavoro e della qualità della scuola pubblica. La FLC CGIL proclama lo sciopero dei dirigenti scolastici per il giorno 14 febbraio 2014 dopo gli esiti negativi della conciliazione del 20 gennaio  e l’incontro insoddisfacente con il Ministro Carrozza del 28 gennaio.

La proclamazione dello sciopero riepiloga le ragioni della protesta dei dirigenti scolastici che hanno avuto in questi ultimi anni un inaccettabile ed insostenibile aumento di lavoro dovuto anche ai processi di dimensionamento delle scuole, sono continuamente  gravati di nuovi adempimenti, sono responsabili perfino sotto il profilo penale dei diritti degli alunni, delle famiglie e dei lavoratori, dell’uso di risorse finanziarie insufficienti, dell’applicazione di norme estranee alla scuola e alla sua funzione e non riescono più ad occuparsi del diritto fondamentale per il quale esiste la loro funzione: il diritto all’istruzione delle alunne e degli alunni.

L’ingiusta decurtazione della retribuzione dei dirigenti scolastici e la violazione dei contratti integrativi regionali sottoscritti per il 2012/13, insieme alle sperequazioni retributive interne (fra ex presidi e direttori didattici, ex incaricati di presidenza e vincitori dei due ultimi concorsi) e alla forte differenza retributiva con le altre dirigenze pubbliche, costituiscono un’insopportabile offesa nei confronti della categoria.

Pochi dati oggettivi e di fonte non sindacale descrivono la situazione retributiva dei dirigenti scolastici :

  • i dirigenti scolastici sono diminuiti del 24,8 % fra il 2008 e il 2011 (Relazione Corte dei Conti giugno 2013) e oggi sono il 31% in meno rispetto al 2008 (elaborazione dati MIUR);
  • i dirigenti scolastici in servizio nel corrente anno scolastico sono circa 7500 e dirigono 8.640 istituzioni autonome con circa 44.000 sedi (elaborazione dati MIUR);
  • la retribuzione individuale media dei dirigenti scolastici è in costante diminuzione dal 2010 (Relazione Corte dei Conti giugno 2013).

Lo sciopero del 14 febbraio 2014 è un passaggio indispensabile del percorso che ha come obiettivo il cambiamento della condizione dei dirigenti scolastici.

Versione stampabile
soloformazione