Edilizia scolastica. I lavori per le scuole devono stare fuori dal patto di stabilità

Stampa

In nome della stabilità finanziaria non si possono avere scuole non stabili

“I denari per l’edilizia scolastica devono stare fuori dal patto di stabilità: vale per il passato, deve valere per il futuro. Noi rispettiamo le regole, siamo felici di farlo. Ma non è seria una regola che impedisce di investire sulla scuola: la stabilità dei nostri figli sta più a cuore di tutti i patti di stabilità del mondo.
Prima i figli, poi le infrastrutture tecnocratiche. Abbiamo messo 4 mld, continueremo a farlo”. Lo dice Matteo Renzi.

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese