12 settembre a Roma sit in insegnanti di latino e greco

di Lalla
ipsef

Ruggero Cattaneo – I tagli inflitti alla scuola pubblica a partire dalla legge 133 del 2008 stanno progressivamente erodendo il sistema di istruzione nel nostro Paese e sottoponendo tutti i lavoratori della scuola a uno svilimento professionale inaccettabile. L’anno scolastico 2011-2012 si apre tra mille difficoltà e tensioni.

Ruggero Cattaneo – I tagli inflitti alla scuola pubblica a partire dalla legge 133 del 2008 stanno progressivamente erodendo il sistema di istruzione nel nostro Paese e sottoponendo tutti i lavoratori della scuola a uno svilimento professionale inaccettabile. L’anno scolastico 2011-2012 si apre tra mille difficoltà e tensioni.

Noi, insegnanti di latino e greco, della Classe di Concorso A052, abbiamo costituito, ieri, 7 Settembre, durante un’assemblea nazionale autogestita, il COORDINAMENTO DOCENTI A052, con il dichiarato obiettivo di contrastare quelle scelte politiche in materia scolastica, i cui drammatici effetti si stanno ripercuotendo non solo sulla qualità della didattica delle lingue e della cultura classica, ma anche sulle nostre condizioni e prospettive lavorative.

In particolare, i provvedimenti riguardanti il riordino delle classi di concorso per l’insegnamento nelle scuole superiori, quelli in atto e quelli in cantiere, hanno reso soprannumerari molti docenti di ruolo della Classe di
Concorso A052, condannando i loro alunni alla discontinuità didattica.

Disperata risulta la situazione dei docenti precari della Classe di Concorso A052 che, dopo aver maturato ampie competenze professionali nel corso di numerosi anni di servizio al liceo classico, si vedono negato il diritto di concorrere per l’assegnazione delle cattedre disponibili, in qualsiasi tipo di istituto superiore, sia di primo che di secondo grado, avvalendosi a pieno titolo sia delle abilitazioni di cui sono in possesso per insegnare le
discipline letterarie sia dell’esperienza lavorativa accumulata nel tempo.

Il primo giorno di scuola, il 12 Settembre, avrà luogo un sit-in a Viale Trastevere, di fronte al Ministero dell’Istruzione a partire dalle ore 11:30 e la nostra protesta continuerà finché il Ministro non si adopererà nell’immediato per tutelare chi, a causa di politiche scolastiche superficiali e antimeritocratiche, è attualmente condannato dal MIUR alla più selvaggia e dequalificante flessibilità o peggio alla disoccupazione.

Coordinamento Docenti A052

Versione stampabile
anief
soloformazione