110 Istituti Tecnici Superiori in Italia: new entry in Sicilia

Stampa

Cresce il numero degli Istituti Tecnici Superiori nel nostro Paese. A riempire l’ultima casella nella scacchiera nazionale è l’ITS Aerospazio Sicilia – Ragusa che va ad arricchire la rete dell’area tecnologica della Mobilità sostenibile. Ne dà notizia Indire

L’ITS realizza le sue attività seminariali e laboratoriali all’ITCA “Fabio Besta” di Ragusa e all’Università Kore di Enna e si propone di formare le figure professionali di “Tecnico Superiore per la produzione e la manutenzione di mezzi di trasporto e/o relative infrastrutture” e “Tecnico Superiore per l’infomobilità per i trasporti e le infrastrutture logistiche”.

Hanno contribuito alla costituzione della Fondazione gli enti locali Comune di Comiso, Libero Consorzio Comunale di Ragusa; i dipartimenti universitari: Università Kore di Enna, Università di Messina; le aziende: SEAS S.r.l. – Civitavecchia, Società P.I.S.T.A. S.r.l. – Messina, CogTech S.r.l. – Catania; e infine l’ente di Formazione ABAKOS di Vittoria.

Gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) sono la prima esperienza italiana di offerta formativa terziaria professionalizzante secondo un sistema consolidato da alcuni anni anche in altri Paesi europei.

Nati nel 2010 per formare tecnici superiori in aree strategiche per lo sviluppo economico e la competitività in Italia, sono scuole di alta tecnologia strettamente legate al sistema produttivo che preparano i quadri intermedi specializzati che nelle aziende possono aiutare a governare e sfruttare il potenziale delle soluzioni di Impresa 4.0.

L’Indire, su incarico del Ministero dell’Istruzione, realizza e gestisce la banca dati nazionale ITS, il monitoraggio nazionale, conduce un’attività di ricerca per indagare gli elementi strutturali, organizzativi, didattici e di sviluppo praticati nei diversi ITS, portandoli a sistema per avviare un processo di innovazione

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur