1.000 posti in più per l’infanzia: utili per trasferimenti e immissioni in ruolo

Stampa

La Legge di Bilancio 2021 ha introdotto 1.000 posti in più per il grado di scuola infanzia. 1.000 posti in più per il potenziamento dell’offerta formativa. Come verranno distribuiti.

I posti saranno ripartiti  tra le Regioni con decreto del Ministero dell’istruzione.

I posti saranno utili innanzitutto per la mobilità dei docenti di ruolo (50% dei posti vacanti e disponibili) e per le immissioni in ruolo (50%).

Non si tratta quindi di 1.000 assunzioni nette in più per l’infanzia ma di un potenziamento dell’organico. I 1.000 posti saranno utilizzati per tutte le operazioni di avvio dell’anno scolastico 2021/22.

La norma inserita in Legge di Bilancio 2021

“968. La dotazione organica complessiva di cui all’articolo 1, commi 64 e 65, della legge 13 luglio 2015, n. 107, è incrementata di 1.000 posti, con riferimento alla scuola dell’infanzia, da destinare al potenziamento dell’offerta formativa nel relativo grado di istruzione. Con il decreto del Ministro dell’istruzione di cui al citato articolo 1, comma 64, della legge n. 107 del 2015, il
contingente di 1.000 posti è ripartito tra le regioni. A tal fine è autorizzata la spesa di 11,67 milioni di euro per l’anno 2021, di 38,43 milioni di euro per l’anno 2022, di 37,32 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2023 al 2026, di 38,48 milioni di euro per l’anno 2027 e di 40,79 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2028.”

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur