UIL, Turi: rinnovare contratto e superare criticità della Riforma

di redazione
ipsef

Il segretario generale della UIL Scuola, Pino Turi, è intervenuto alla riunione svoltasi a Bologna dei segretari territoriali  e delle RSU della Uil Scuola di Emilia-Romagna, Marche, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e Veneto. 

Il segretario generale della UIL Scuola, Pino Turi, è intervenuto alla riunione svoltasi a Bologna dei segretari territoriali  e delle RSU della Uil Scuola di Emilia-Romagna, Marche, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e Veneto. 

Turi, nel suo intervento, ha criticato l'azione del Governo riguardo alla riforma attuata, affermando che le sue critiche non vogliono condurre ad uno scontro ideologico ma, al contrario, vogliono essere costruttive, come del resto dimostra la firma del CCNI sulla mobilità.

Il segretario della UIL ha criticato la Riforma della Scuola, in quanto non ha modificato l'impianto dei cicli di istruzione, ma è intervenuta sulla gestione delle istituzioni scolastiche determinando un aumento dei poteri del Dirigente Scolastico a tutto svantaggio degli organi collegiali; certo è che il sistema scuola, ha proseguito il Segretario, va riformato tenendo presente la realtà e le vere problematiche da superare.

Turi è intervenuto anche sulla questione del blocco del CCNL, il cui rinnovo è ormai improrogabile, in quanto ha inciso sul valore del  lavoro nel sistema di istruzione e sul potere di acquisto reale delle retribuzioni dei docenti, che sono tra le più basse d’Europa.

Il rinnovo del contratto, conclude il Segretario della UIL, sarà  importante anche perché esso potrà costituire uno strumento per modificare la legge n. 107/2015. 

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief