TFA sostegno, quali Università proporranno i corsi. Aggiornato con Trento

di redazione
ipsef

Per il III ciclo del TFA sostegno entro il 19 dicembre le Università hanno inserito la richiesta per l’avvio dei corsi nell’apposita piattaforma ed entro il il 16 gennaio il CORECO formalizzerà il parere sulla congruità delle offerte inserite dagli atenei con quanto prescritto all’articolo 3, comma 2 del D.M. 30 settembre 2011 (D.M. Sostegno) e relativi allegati, nonché dall’articolo 3 del D.M. n. 948/2016.

Dunque presto sapremo quali Università proporrano i corsi per il conseguimento della specializzazione di sostegno per l’a.a. 2016/17.

Nel frattempo alcune Università aggiornano le pagine dei loro siti dedicate al TFA sostegno, per cui è possibile sapere quali Università si sono proposte.

Naturalmente le Università i cui siti presentano pagine non aggiornate non significa che non parteciperanno, semplicemente non hanno ancora dato avvio alle operazioni propedeutiche.

Sappiamo però che ad es.

l‘Università degli Studi di Ferrara non ha proposto l’attivazione dei corsi di specializzazione per le attività di sostegno per l’anno accademico 2016/2017. Le Università proponenti in attesa di autorizzazione da parte del MIUR per l’attivazione di tali corsi, nella Regione ER, sono risultate L’Università degli Studi di Bologna e di Modena e Reggio Emilia.

In Lombardia aggiornate le pagine di Unibergamo e Milano Bicocca, in Sicilia quella di Palermo.

In Puglia in attesa dell’autorizzazione sicuramente l’Università di Foggia , in Veneto Padova e in Toscana Siena

In Calabria ha proposto l’attività formativa l’Università della Calabria.

Nelle Marche è in attesa dell’approvazione dell’attività formativa l’Università Carlo Bo di Urbino.

Per la Liguria l’Università di Genova – Disfor (Dipartimento di Scienze della Formazione) ha deliberato l’adesione e inserito la richiesta per infanzia, primaria, secondaria di primo e secondaria di secondo grado. Il corso sarà tenuto presso la sede di Genova e presso la sede distaccata di Savona.

La Sardegna spera di poter attivare il corso per 250 posti (150 a Cagliari e 100 a Sassari), si è in attesa della conferma del Miur.

In Toscana, l’Università di Pisa ha già ottenuto i pareri necessari del CO.RE.CO. e dell’ U.S.R, per cui attiverà i corsi di specializzazione per tutti gli ordini e gradi di istruzione (scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado). L’Ateneo è in attesa del decreto ministeriale che autorizzerà i percorsi e ripartirà il contingente tra le Università.

In Trentino Alto-Adige, l’Università di Trento attiverà i percorsi di specializzazione per le attività di sostegno per la scuola primaria e secondaria di I e II grado. Si attende il decreto del Miur che ripartirà il contingente destinato a ciascuna Università.

Qualora le Università volessero essere aggiunte all’elenco, al fine di informare tempestivamente i candidati interessati della richiesta di attivazione del corso, è possibile farlo scrivendo a [email protected]

TFA Sostegno, presto Decreto Miur e bandi Università. Nota Miur operazioni propedeutiche entro 16 gennaio

Versione stampabile
Argomenti: