formazione docenti

edises
E' la battaglia contro i test Invalsi la prossima tappa della battaglia dei docenti precari
di Lalla

inviato da Marcella Raiola - Il primo sciopero proclamato per l'11 aprile dai lavoratori precari della Scuola, che lottano insieme in piena autonomia per il ritiro dei tagli, per la stabilizzazione e per la difesa della libertà di insegnamento, ha fatto registrare un considerevole numero di adesioni, nonostante il boicottaggio di molti dirigenti, che, in non pochi casi, hanno dolosamente e illegalmente omesso di far circolare il testo dell'indizione diffuso dalle forze sindacali che hanno appoggiato la protesta (Usi-ait; Cub e Slai-Cobas per il sindacato di classe), una protesta che le altre sigle sindacali hanno del tutto ignorato.

In Bulgaria prof in pensione a 60 anni. Cambiare criteri formazione organici o Sud muore. Intervista a Mimmo Pantaleo, appena rieletto alla guida della Flc Cgil
di admin

di Eleonora Fortunato - Appena riconfermato alla guida della Flc Cgil, Mimmo Pantaleo ha voluto sottolineare con noi alcuni dei punti caldi emersi durante il Congresso. Dalla riorganizzazione dei cicli scolastici alla riforma dei test Invalsi, senza ignorare il divario Nord-Sud e il capitolo pensioni: “In Bulgaria la cattedra si lascia a 60 e 62 anni” tuona il Segretario. Tanti concetti per affermarne, in fondo, uno soltanto: manca una visione strategica della scuola, manca un governo del Miur. Si va a tentoni.

INVALSI, Ajello: alla valutazione esterna non vanno attribuite funzioni improprie. Anche l’inglese nei test? “Tempi e modi da definire”
di admin

di Eleonora Fortunato - In questa terza intervista che la nuova presidente dell’INVALSI Anna Maria Ajello concede agli organi di informazione sembra di leggere un chiaro monito a non attribuire alla valutazione esterna e all’uso dei test funzioni improprie, diverse dall’obiettivo di evidenziare le caratteristiche del funzionamento del sistema di istruzione e formazione per poterlo migliorare con interventi tempestivi.

COBAS. Per prove Invalsi ci vuole delibera Collegio
di redazione

red - Risulta, quindi, necessario, anzi, obbligatorio indirne uno straordinario per deliberare la partecipazione della scuola ai test o il loro rifiuto. Nel caso i Dirigenti non provvedano, invitano i COBAS, sarà necessario raccogliere le firme

Giorgio Israel: per valutare merito docenti ci vogliono ispettori che assistono alle lezioni. Invalsi all’esame di terza media errore da matita blu
di admin

di Eleonora Fortunato - Studiare a fondo quel che si è fatto all’estero per non ripetere errori che poi costano cari, ecco uno dei suggerimenti di Giorgio Israel se si parla di valutazione e di valorizzazione del merito dei docenti. Il sistema migliore restano le ispezioni: commissioni composte da docenti di altre scuole, da docenti in pensione, da ispettori, che esaminano i testi adottati, assistono alle lezioni, interrogano gli studenti, discutono con i colleghi e poi fanno un rapporto.

Assenze insegnanti dei team di valutazione Invalsi: è possibile nominare il supplente? Il Miur fornisca chiarimenti
di Lalla

red - Il sindacato Cisl evidenzia che i docenti che si apprestano a svolgere gli incarichi di "esperti della valutazione esterna delle scuole e osservatori nei processi di insegnamento e apprendimento", a carico dell'Invalsi, potranno assentarsi dal servizio anche per 25 giorni, in più periodi. Come gestire le assenze?

rss facebook twitter google+
anief
formazione docenti
formadocenti classeviva


In evidenza