ads

ads
Sempre meno pensionamenti e assunzioni. Nel 2007 lasciarono in 43 mila, oggi vanno via poco più di 10 mila.

red - Nell’ultimo biennio le collocazioni in quiescenza si sono fortemente ridotte. Anche perché l’81% degli insegnanti sono donne e su di loro la “stretta” pensionistica si è abbattuta di più. A darne notizia il sindacato ANIEF che ha fornito alla stampa una tabella dei posti liberi a seguito dei pensionamenti e delle assunzioni dal 2001 al 2013/14.

Immettere in ruolo i vincitori di concorso, più potere alle scuole per futuro reclutamento e piano pluriennale di immissioni in ruolo

red - Pubblichiamo il testo integrale della mozione votata giovedì scorso alla Camera e presentata dall'On Centemero, responsabile scuola di Forza Italia. Chiesto il mantenimento del doppio canale per le immissioni, ma per il futuro formazione universitaria con tirocinio, stage e apprendistato

Precariato, no a stabilizzazione di massa, sì a doppio canale e smaltimento GaE in 10 anni. Approvata risoluzione per riapertura graduatorie

red - Si va verso la definizione di un nuovo piano pluriennale di immissioni in ruolo per i docenti. Nel frattempo si fanno sempre più stringenti le pressioni per la riapertura delle Graduatorie ad esaurimento a favore dei nuovi abilitati e di coloro che sono inseriti nelle Graduatorie di merito del concorso 2012. Ieri udienza presso la Corte di Giustizia Europea per la stabilizzazione dei precari.

Stabilizzazione precari: conclusa udienza alla Corte di Giustizia europea. Decisione forse entro l'anno. Pacifico (Anief): decisione storica. Video Gilda

Gilda: "Profumo di vittoria" alla Corte di Giustizia europea

Ufficio stampa Gilda Insegnanti - Per la sentenza definitiva occorrerà aspettare ancora qualche mese ma per i precari della scuola italiana si profila già una vittoria nelle aule giudiziarie di Lussemburgo. E' quanto emerso dall'udienza della causa che si è svolta questa mattina alla Corte di Giustizia Europea, riguardante la reiterazione dei contratti a tempo determinato per oltre 36 mesi, alla quale hanno partecipato gli avvocati dei docenti, l'Avvocatura dello Stato italiano e la Commissione Europea.

rss facebook twitter google+
ads
ads
ads ads


In evidenza