Sciopero scrutini entra nel vivo. Come fare, è possibile lavorare di domenica e fino a tarda ora per recuperare?

di Lalla
ipsef

Prima chiusura ufficiale delle scuole in Lombardia e Lazio, anche se alcuni Dirigenti hanno anticipato il termine delle lezioni, avendo raggiunto i canonici 200 giorni di lezione.

Prima chiusura ufficiale delle scuole in Lombardia e Lazio, anche se alcuni Dirigenti hanno anticipato il termine delle lezioni, avendo raggiunto i canonici 200 giorni di lezione.

Una fine anno scolastico tempestata di mobilitazioni contro il DDL Scuola attualmente in discussione al Senato. Proseguono senza sosta le manifestazioni di piazza, volte a sensibilizzare sulle problematiche del personale della scuola, ma concretamente da oggi è possibile esprimere ancora una volta in maniera tangile il dissenso ad una riforma sentita come non condivisa.

Precisiamo: lo sciopero degli scrutini non riguarda solo il personale docente effettivamente impegnato negli scrutini, ma ad esso possono partecipare anche insegnanti della scuola dell'infanzia, personale ATA e personale educativo. Le modalità sono state illustrate nella proclamazione dello sciopero, e sono distinte per sigla sindacale.

Consigliamo ai docenti interessati di leggere con attenzioni le indicazioni Sciopero scrutini. Quali sindacati partecipano, modalità docenti, Ata e personale infanzia, proclamazione ufficiale sul sito del Miur

Lo sciopero provocherà, di conseguenza, lo slittamento della convocazione. In queste ultime settimane si è discusso parecchio della possibilità di svolgere gli scrutini in orari notturni o anche di domenica (ricordiamo che lunedì 15 giorni si riuniranno le commissioni degli Esami di Stato e per quella data gli adempimenti di fine anno scolastico dovranno essere conclusi).

Ci viene in aiuto il parere dell'Avv. Marco Barone " Pensando ora agli scrutini finali che devono cadere al termine dell'attività ordinaria d'insegnamento, essendo attività funzionale all'insegnamento, non si capisce  perché  questi possano e debbano durare più dell'ordinaria attività  d' insegnamento  e più della durata massima, che di norma non eccede le quattro ore,  prevista per lo svolgimento di una riunione collegiale.

Questi sono i paletti all'interno dei quali,a parer mio, ci si deve legittimamente muovere, nel caso in cui in sede di contrattazione integrativa non siano state definite altre e diverse  possibili articolazioni orarie che comunque non devono andare oltre le otto ore canoniche giornaliere.  Scrutini e caos orario, quante ore di lavoro continuativo sono possibili?

E ancora, per quanto riguarda la possibilità di slittamento alla domenica

Sciopero degli scrutini, i sindacati integrano le FAQ. Si può convocare scrutinio in tarda serata o domenica?

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief