Riforme. Renzi:” Due anni fa ridevano quando parlavamo di riforme, ora l’Italia si è rimessa in moto”

di redazione
ipsef

"Due anni fa in tanti non credevano che avremmo realizzato le riforme, ricordo i sorrisi e le risate ironiche quando dissi che avremmo fatto la riforma del lavoro, la legge elettorale, la scuola, la riforma del Senato. Le riforme strutturali ora sono un dato di fatto. Se la politica ha un senso, va riconosciuto che in due anni il problema non è più l'Italia, ora l'Italia si è rimessa in moto".

"Due anni fa in tanti non credevano che avremmo realizzato le riforme, ricordo i sorrisi e le risate ironiche quando dissi che avremmo fatto la riforma del lavoro, la legge elettorale, la scuola, la riforma del Senato. Le riforme strutturali ora sono un dato di fatto. Se la politica ha un senso, va riconosciuto che in due anni il problema non è più l'Italia, ora l'Italia si è rimessa in moto". Così il premier Matteo Renzi ha commentato il lavoro del Governo con il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief