Progetti minoranze linguistiche 2016-2018, Miur ne finanzia 13 distribuiti in 6 regioni. Ecco dove

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Miur – La Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale d’Istruzione ha approvato anche per il biennio 2016-18 un piano di interventi e di finanziamenti per la realizzazione di progetti nazionali e locali nel campo dello studio delle lingue e delle tradizioni culturali appartenenti alle minoranze linguistiche storiche, ai sensi della Legge 15 dicembre 1999, n. 482.

A seguito della Nota Prot. n. 4843 del 5 maggio 2016 sono pervenuti 25 progetti che, dopo attenta istruttoria dell’Ufficio competente, sono stati esaminati e valutati dal Gruppo di lavoro sulle minoranze linguistiche, in linea con i criteri e le priorità esplicitati nel bando.

I progetti pervenuti dimostrano l’attenzione delle istituzioni scolastiche nell’elaborazione di progetti finalizzati alla tutela e alla valorizzazione delle lingue di minoranza storiche.

È stato particolarmente apprezzato l’impegno delle reti di scuole che, in sinergia con gli Enti Locali e con le altre istituzioni presenti sul territorio, hanno saputo correttamente interpretare i criteri indicati nel bando, elaborando delle proposte progettuali originali in cui la trasferibilità del progetto è stata intesa, non solo come diffusività del prodotto, ma soprattutto come innovazione metodologica e innovatività dei processi.

Nella realizzazione delle iniziative didattiche spesso è stato previsto l’insegnamento della lingua minoritaria attuato da parte dei docenti della scuola, con idonee competenze linguistiche in orario curricolare e con l’utilizzo di una metodologia di tipo veicolare.

Al termine della fase istruttoria sono stati finanziati 13 progetti distribuiti in 6 regioni e rivolti a 8 lingue di minoranza, per un totale di € 174.457. Si segnala che, dove possibile, si è scelto di favorire una progettualità che coinvolgesse diverse lingue minoritarie.

Si allega la tabella riepilogativa dei progetti finanziati, nonché i grafici relativi alla distribuzione dei progetti per regione e per lingua di minoranza.

IL DIRETTORE GENERALE

Carmela Palumbo

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief