Precari della scuola preparano nuova stagione di proteste. Chiedono assunzioni, no ai Bes, stop ai tagli

di
ipsef

red – Domenica, i precari della scuola di Roma, si sono incontrati per fare il punto della situazione e organizzarsi per l’apertura del nuovo anno scolastico

red – Domenica, i precari della scuola di Roma, si sono incontrati per fare il punto della situazione e organizzarsi per l’apertura del nuovo anno scolastico

Ribadiscono l’obbligo da parte dell’amministrazione di assumere i precari dopo tre anni di contratti a TD e chiedono una inversione di tendenza rispetto ai tagli della Gelmini che i successivi Ministri non hanno rimesso in discussione.

Nei Bes vedono tagli agli organci di sostegno e un impoverimento offerta didattica.

Tagli che trovano una prosecuzione anche attraverso la diminuzione dei pensionamenti, a seguito della riforma Fornero

Nell’abolizione degli scatti di anzianità automatici e nella volontà di legare gli stipendi al "merito" vedono un pericolo, un aumento mascherato delle ore di lavoro per avere una retribuzione pari, se non inferiore all’attuale.

L’appuntamento è rimandato a settembre, con una nuova ondata di proteste.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief