Pensioni, Ape sociale: cos’è, a chi spetta, termini presentazione domanda. Schede illustrative

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La legge di Bilancio 2017 ha introdotto, com’è noto, diverse forme di flessibilità in uscita dal mondo del lavoro, tra cui l’Ape sociale.

Il 16 giugno u.s., è stato pubblicato in gazzetta ufficiale il DPCM n. 88/2017 “Regolamento di attuazione dell’articolo 1, commi da 179 a 186, della legge 11 dicembre 2016, n. 232, in materia di APE sociale”.

Ricordiamo che la succitata forma di flessibilità riguarda anche i docenti della scuola dell’infanzia che:

  • abbiano compiuto 63 anni d’età;
  • abbiano un’anzianita’ contributiva di almeno 36  anni;
  • alla data della domanda di accesso all’APE sociale  svolgano la professione di docente scuola dell’infanzia da almeno sei anni.

I docenti, di cui sopra, presentano domanda per accedere all’Ape sociale entro il 15 luglio p.v., se già in possesso dei sopra elencati requisiti o se li maturino entro dicembre 2017.

Coloro i quali, invece, matureranno i requisiti nel corso del 2018 presenteranno domanda entro il 31 marzo 2018.

Il Governo ha pubblicato delle interessanti slide, che illustrano: cos’è l’Ape sociale, a chi spetta, come funziona, quale sarà l’indennità.

DPCM n. 88/2017

Scarica le slide

Ape sociale. Al via le domande: provvedimento pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief