Lunedì, 22 Dicembre 2014

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Pettine-coda. Nomine in ruolo sui posti accantonati, chi assumere?

di Lalla
ipsef

red - La CISL scuola ha diramato un comunicato intervenendo sulla vicenda dell'inserimento a pettine dei docenti precari delle graduatorie di coda delle province aggiuntive nel biennio 2009/11. Secondo il sindacato i provvedimenti del commissario ad acta non sono più validi e chiede le immissioni sui posti accantonati.

Ricordiamo che, a seguito della sentenza della Corte Costituzionale, i giudici avevano predisposto il commissariamento del Ministero e la nomina di un commissario ad acta che ha avuto il compito il compito di applicare le ordinanze.

Di seguito il comunicato della CISL

Nomine in ruolo personale docente, si proceda alle assunzioni sui posti accantonati

Nell’ambito delle assunzioni a tempo indeterminato disposte con il DM 74/11 (autorizzativo di 30.300 nomine di personale docente) e a seguito di ordinanze cautelari del TAR del Lazio, è stato operato dal MIUR l’accantonamento dei posti destinati al personale inserito nelle graduatorie ad esaurimento e in attesa della definizione giurisdizionale del contenzioso.

Il TAR del Lazio - recependo, di recente, gli orientamenti della Suprema Corte di Cassazione - si è dichiarato incompetente a decidere in materia. Ne consegue che da giovedì scorso, 23 febbraio, perdono efficacia i provvedimenti adottati dal “commissario ad acta” di integrazione delle graduatorie ad esaurimento valide per l’a.s. 2010/11.

La

CISL Scuola chiede al MIUR, di conseguenza, che siano emanate al più presto le disposizioni utili per procedere alle assunzioni a tempo indeterminato sui posti accantonati.

 

Versione stampabile
anief

In evidenza