Visualizza versione mobile

Sabato, 27 Agosto 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

La wiki-didattica strumento regolativo per contrastare il disagio scolastico

di redazione
ipsef

Immagine wiki didattica

Dott.ssa Maria Anna Formisano - Nella ricerca psicopedagogica è sempre più crescente l’interesse per la progettazione di ambienti formativi, utili a contrastare il disagio scolastico.

Quest’ultimo nelle sue diverse forme (abbandono, disadattamento, difficoltà di apprendimento, dispersione) va inteso come stato emotivo, caratterizzato da comportamenti disfunzionali, che non permettono al soggetto di vivere adeguatamente gli spazi scolastici.

Le problematiche relative al disagio scolastico pongono sul piano pedagogico-didattico l’esigenza di inquadrare l’intervento formativo, come strumento per valorizzare sia i talenti sia le potenzialità cognitive di ciascuno.

Quando si affrontano i problemi connessi ai processi formativi non è facile prescindere dalla presenza delle tecnologie, in quanto essi svolgono un ruolo fondamentale nella società della conoscenza.

Gia il MIUR, per supportare l’attuazione della Legge 107/2015, “al fine di sviluppare e di migliorare le competenze digitali degli studenti e di rendere la tecnologia digitale uno strumento didattico di costruzione delle competenze in generale”, adotta il Piano nazionale per la scuola digitale. Il Piano Scuola Digitale è nato, quindi, per modificare gli ambienti di apprendimento, attraverso l'integrazione delle tecnologie nei processi di formativi.

L'innovazione digitale rappresenta per la scuola l'opportunità di creare uno spazio formativo aperto sul mondo, nel quale realizzare “una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva”, le tre priorità di Europa 2020.

I problemi riguardanti il disagio scolastico non possono essere affrontati se non assumendo,quindi, modalità di intervento ispirati alle tecnologie.

In questo senso la presenza della wiki-didattica viene a costituirsi come ambiente pervasivo, che orienta fortemente il comportamento umano, insegnando al cervello a funzionare secondo percorsi costruttivi di conoscenza. La wiki-ddiattica è una metodologia che ha lo scopo di individuare e migliorare una situazione problematica, attraverso il coinvolgimento di ogni singolo attore. Potrebbe essere definita “catalizzatore del cambiamento”

Nel trasferire il discorso sul piano didattico si tratta di affermare che la wiki-didattica è un “ambiente” organizzato, che permette ad ogni utilizzatore di raggiungere e modificare contenuti, come in un forum. Si tratta di uno strumento che poggia sulla metodologia di matrice costruttivista e consente di realizzare, attraverso modalità collaborative qualsivoglia documento.

Attraverso l’utilizzo della wiki-didattica è possibile applicare i linguaggi e le tecniche dei media, per motivare, ricercare, stimolare e responsabilizzare gli allievi. Si offre agli studenti l’opportunità di creare e condividere contenuti, interagendo con gli altri. Il disagio scolastico, talora, è anche espressione di interazioni sociali inadeguate, presenti nel contesto formativo. Poiché la mente è funzionale all’esterno e all’adattamento, ne deriva che la wiki-didattica favorisce anche processi di motivazione all’apprendimento e alla socializzazione, inevitabili per evitare il fallimento educativo.

L’obiettivo è quello di orientare gli allievi verso un comportamento responsabile nell’utilizzo della wiki-didattica, comprendendo meglio da cosa dipende l’utilizzo che ne fanno,mettendo in atto strategie autoregolative.

Nell’ apprendimento autoregolato lo studente impara a gestire, controllare e supervisionare le fasi relative alla costruzione di concetti. In questo modo la progettazione dell'insegnamento sarà adattabile alle diverse necessità e caratteristiche dell'utenza.

La wiki-didattica per la struttura flessibile, divisibile in varie categorie, costituisce un feedback costante per studenti e insegnanti; essa diventa strumento autoregolativo per l’allievo, che, comunque, necessita sempre della guida del docente. I processi “autoregolativi”, modificano le strategie di apprendimento errate e monitorano le performance. La “dimensione autoregolativa” implica la capacità di autovalutazione, di pianificazione e di regolazione del processo cognitivo; così come l’“acquisizione di schemi”.

In questo senso la wiki-didattica permette a tutti gli allievi di creare nuovi saperi e nuove conoscenze, acquisendo maggiore autonomia e senso di responsabilità all’interno della comunità scolastica.

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza