Visualizza versione mobile

Martedì, 30 Agosto 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

UIL, rinnovo contratti irrinunciabile

di admin
ipsef

"Il rinnovo dei contratti è un obiettivo irrinunciabile. Occorre garantire la tempestiva conclusione delle trattative". Ad affermarlo, il segretario confederale Uil Antonio Foccillo. "La Uil - ha detto Focillo durante un convegno sull'amministrazione pubblica a Bologna - propone un sistema premiale non omogeneo e vincolante per tutte le realtà, come quello della legge Brunetta, ma legato, nella contrattazione di secondo livello, a parametri trasparenti e diversificati realtà per realtà. Inoltre, ci siano soggetti neutrali che ne misurino, con criteri oggettivi, il grado".

Il segretario Uil Fpl, Giovanni Torluccio, ha evidenziato come "aumentano la spesa pubblica, le tasse, le consulenze, ma non si trovano i soldi per rinnovare i contratti a 3,2 milioni di lavoratori pubblici che svolgono il proprio lavoro, pur con un contratto scaduto da ben 7 anni. Si apra un tavolo serio di concertazione. Altrimenti metteremo in campo azioni di lotta". Per il segretario generale UilPa, Nicola Turco, "sono ormai 2.244 giorni che il Pubblico Impiego è senza contratto. La stessa mancia elargita dal Governo per il rinnovo dei contratti, 8 euro lordi mensili pro-capite, è la dimostrazione che questo Paese è in preda ad una deriva costituzionale senza precedenti". Infine, per il segretario generale Uil Scuola, Pino Turi, "questo blocco incide soprattutto sul valore del lavoro nel sistema istruzione. La scuola è investita da una legge di riforma, peraltro di dubbia costituzionalità, che interviene sulla governance. Registriamo una pesante ingerenza, anche nelle materie di contrattazione, attuata per legge".

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza