Visualizza versione mobile

Domenica, 24 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Tutti coloro che si occupano di infanzia con competenza e passione meritano lo stesso rispetto. Lettera

di redazione
ipsef

Sono un'educatrice e lavoro al nido d'infanzia da 30 anni, in merito alle preoccupazioni espresse dai docenti della scuola dell'infanzia trovo che il timore di DECLASSAMENTO si alquanto offensivo nei confronti delle "colleghe" che si occupano della fascia 0-3, forse non vi siete accorti che da molti anni non siamo più BAMBINAIE o ASSISTENTI (termine nel quale proprio non mi riconosco) facciamo molto seriamente il nostro lavoro, studiamo, ci confrontiamo, dedichiamo dalle 120 alle 180 ore annue ad attività di formazione -progettazione-verifica-contatti e supporti pedagogici con le famiglie, partecipiamo inoltre ai progetti di monitoraggio e prevenzione relativi a patologie e difficoltà, esattamente come voi. 
Tutti coloro che si occupano di infanzia con competenza e passione meritano lo stesso rispetto, un bravo insegnante è valido non proporzionalmente all'età dei bambini che educa ma in base alle proprie capacità e al proprio impegno, nonché agli strumenti che il proprio ente di appartenenza è disposto a fornire. 
Per la mia esperienza vi dico che in toscana ci sono comuni che hanno insegnanti che hanno fatto esperienza nei Nidi e nelle Scuole dell'Infanzia comunali ottenendo un curricolo completo che, attraverso corsi e concorsi, ha permesso agli educatori di ottenere un unico profilo 0-6 e di accedere ad entrambi i servizi.
Resta ovvio che fra stato e comuni ognuno manterrà la propria specificità, e ribadisco, la fascia 0-3 è molto delicata e per svolgere bene il lavoro di educatore ci vuole tanta tanta competenza.
 
Lucia Ricotti
 
Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza