Lunedì, 30 Maggio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

A Trento quarta fascia GAE solo per laureati SFP estromette diplomati magistrale da insegnamento. Lettera al Ministro Giannini

di redazione
ipsef

Un gruppo di maestre scrive al Ministro Giannini per spiegare la situazione delle graduatorie per l'insegnamento nella scuola primaria in provincia di Trento.

Le maestre lamentano " una discriminazione arbitraria da parte del governatore nonché assessore all’istruzione Ugo Rossi, il quale agisce come se avesse totale competenza primaria su ogni aspetto del sistema scolastico, persino arrogando a sé il diritto di stabilire quali siano i titoli abilitanti per l’accesso alle graduatorie. Sappiamo bene che questa è una prerogativa del solo Ministero, ma a poco sono valse le nostre proteste."

I fatti. Dopo l'inserimento dei diplomati magistrale entro a.s. 2001/02 insieme ai laureati in Scienze della Formazione Primaria nella 2da fascia di istituto su imposizione del Consiglio di Stato ( che ha dichiarato “illegittimo (...)] il decreto ministeriale n. 62 del 2011, nella parte in cui non parifica ai docenti abilitati coloro che abbiano conseguito entro l'anno 2001-2002 la c.d. abilitazione magistrale” ordinando di conseguenza di non operare più alcuna discriminazione in termini di graduatoria tra queste due tipologie di abilitati), il Governatore Rossi ha deciso ugualmente di istituire una nuova fascia delle GAE trentine ( detta quarta fascia),  totalmente riservata ai laureati in SFP che a centinaia sono automaticamente slittati davanti in graduatoria ai maestri abilitatisi con il diploma ANTE 2002 e in possesso di pluriennale servizio alle spalle. Moltissimi laureati sono arrivati persino da fuori regione approfittando dell’incredibile apertura delle Gae nel solo Trentino ( quando su tutto il territorio nazionale sono chiuse da anni).

Le maestre hanno proposto ricorso con il sindacato Delsa.

Le conseguenze. Le maestre lamentano un balzo indietro di più di 250 posti in graduatoria, la perdita pressoché totale di chance lavorative e un ritorno alla precarietà più assoluta.

L'On. Fraccaro del M5S ha anche presentato un'interrogazione parlamentare, per la quale si attende risposta.

Le maestre chiedono una risposta e un deciso intervento da parte del Ministro, di fronte a quello che viene definito "abuso del potere autonomistico"

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza