Mercoledì, 29 Giugno 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Trasferimento 2016/17: per la tempistica e la compilazione della domanda bisogna aspettare l’Ordinanza Ministeriale

di redazione
ipsef

consulenza

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica "Chiedilo a Lalla". Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Trasferimento 2016/17: per la tempistica e la compilazione della domanda bisogna aspettare l’Ordinanza Ministeriale

Irene – Sono una docente di scuola Primaria neo-immessa in ruolo ( fase 0) chiedo cortesemente chiarificazione in merito alla domanda di trasferimento: tempistiche, modulo, compilazione…se volessi rimanere nella scuola dove opero ora? Grazie.

Fase B dei trasferimenti per gli assunti da concorso. Chiarimenti

Docente – Gentilissima redazione, sono un’insegnante neo-assunta, fase 0 da concorso, per la scuola dell’infanzia su sostegno nella propria provincia. Vorrei chiedere per quanto riguarda le operazioni di mobilità a quale fase appartengo (alla prima o alla seconda come dicono alcuni) e quando si svolgeranno le operazioni che mi interessano? Un altro quesito come insegnante di ruolo credo non mi interessi più aggiornamento della graduatoria di istituto in cui ero presente per infanzia e primaria) di seconda fascia con inserimento del titolo di sostegno. Confermate che è così? Grazie per l’attenzione. Cordiali Saluti.

Precedenza per coniuge militare trasferito d’ufficio all’atto del congedo

Docente – Alla cortese attenzione del Gentilissimo Sig. Paolo Pizzo.  Gentilissimo Sig. Paolo ho letto solo recentemente alcuni art. sulla rubrica Chiedilo a Lalla e un post sul Forum ed ho appreso per la prima volta che in base all’art. 2 della Legge nr. 86 del 2001 (che richiama l’art. 17 della legge 28 luglio 1999, n. 266) il coniuge docente convivente del personale di cui al predetto art. 17 (quindi anche militare G. di F.) , anche quando il militare  viene posto in congedo ed elegge domicilio in un dato comune, avrebbe  diritto alla precedenza nelle domande di mobilità intercomunale. Siccome non ero a conoscenza di questa norma e non vorrei precludermi nessuna possibilità, volevo chiedere innanzitutto se ho capito bene, poi vorrei prospettare, in dettaglio, il mio caso per sapere se posso o meno aver diritto a questa precedenza (a dire il vero non ci credo tanto). Sono moglie di un militare G di F. in congedo dal 2008 che ha eletto domicilio da quell’anno in un comune della regione Puglia (premetto che era residente già prima del congedo in quel Comune, dal 1998.) Anche io convivo e risiedo dal 1998 nello stesso Comune e nella stessa abitazione di mio marito. Essendo stata assunta lo scorso 1 settembre in fase zero (da GAE) nella regione Marche e potendo fare domanda di mobilità interprovinciale in fase D in base alla nuova ipotesi CCNL, volevo gentilmente chiedere:  –  Se ho diritto o meno a questa precedenza anche in considerazione del fatto che mio marito è in congedo dal 2008 e visto che non ho letto nulla a proposito di scadenze temporali; –  In caso di risposta positiva cosa comporta praticamente l’aver diritto a questa precedenza e quale tipo di documentazione è richiesta.

Fase comunale e provinciale. Differenze

Katia – Buongiorno, Sono una maestra di scuola dell’infanzia  (posto comune) assunta nell’anno scolastico 2014-15. Vorrei essere sicura di aver capito bene le fasi del trasferimento, per valutare al meglio come presentare la mia domanda di mobilità. Lavoro nel comune A e vorrei trasferirmi nel comune B o, in subordine, in altra sede del comune A. Presentando la mia domanda in questo modo, non partecipo alla fase detta comunale, ma solo a quella provinciale, insieme ai nuovi assunti delle fasi 0 e A. Se invece esprimo prima le preferenze per il comune A, in cui già lavoro, partecipo alla fase provinciale solo se non ottengo il trasferimento nella fase comunale? O nel momento in cui esprimo preferenza per il comune B, partecipo comunque solo in fase provinciale, indipendentemente dall’ordine delle mie preferenze?  Grazie.

Trasferimento interprovinciale in fase B: titolarità su scuola solo per il primo ambito richiesto

Enrica – Sono un’insegnante entrata in ruolo nell’anno sc. 2011-2012 da GaE. Quest’anno vorrei chiedere il trasferimento dalla prov. di TO alla prov. di CN. Se non erro partecipo alla fase B e nella domanda posso indicare anche un elenco di scuole. Quante ne posso indicare? Posso anche indicare altre scuole appartenenti ad altri ambiti territoriali della provincia di Cuneo? Se non c’è posto nelle scuole da me indicate, cosa mi succede? Posso rimanere nelle mia scuola di titolarità nella prov. di Torino? Altrimenti,  dove vado a finire? Ringrazio anticipatamente e saluto.

Trasferimento e valutazione della domanda: ha priorità il punteggio rispetto all’ordine delle preferenze

Matilde – Sono una docente neo assunta in fase 0 nella provincia di Firenze, lavoro nella scuola,diciamo, A. Nell’ imminente domanda per l’assegnazione della sede definitiva vorrei provare ad ottenere la sede B. Qualora nella scuola B non vi fosse posto, e indicando la scuola A come seconda preferenza, concorrerei per essa col mio punteggio scavalcando anche chi ha indicato la scuola A come prima preferenza,oppure no? La priorità nell’assegnazione va al punteggio o all’ordine di preferenze espresso? Spero di essermi spiegata e vi ringrazio del tempo che vorrete dedicarmi.

Domanda contemporanea di trasferimento e passaggio di ruolo: quale delle due prevale?

Alessia – Gentile Redazione,il passaggio di ruolo da A043 Italiano nella Scuola secondaria di I grado a AD02 Sostegno nella Scuola secondaria di II grado nella stessa provincia comporta l’attribuzione di una sede di titolarità definitiva come per i DOS? Se non ottengo il passaggio di ruolo perdo la titolarità nella mia scuola? Posso chiedere contemporaneamente al passaggio di ruolo anche il passaggio di cattedra da A043 a AD00 (sostegno alle medie)? Quale delle due domande avrebbe la precedenza? Grazie

Passaggio di ruolo: non esiste precedenza legata al ruolo di provenienza

M.R. – Sono un ‘insegnante di scuola Primaria e vorrei fare il passaggio per la Secondaria di II grado su Ed. fisica. Vorrei sapere tra il docente di scuola Primaria (come me) e un docente di scuola media che chiede lo stesso passaggio (Ed. fisica) nella Secondaria di II grado chi ha la precedenza? Grazie

 

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza