Lunedì, 30 Maggio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Tirocini curriculari. L'INAIL deve assicurare gli studenti quando svolgono attività di laboratorio e di alternanza scuola-lavoro

di redazione
ipsef

Gli alunni e gli studenti degli istituti scolastici pubblici e privati devono essere assicurati all'INAIL quando svolgono esperienze tecnico-scientifiche, di laboratorio, esercitazioni pratiche e di lavoro. E' quanto afferma la direzione regionale dell'INAIL del Veneto in una circolare pubblicata il 10 febbraio scorso. 

Alle esercitazioni pratiche sono assimilate le lezioni d'informatica, di lingua straniera,  svolte con l'ausilio di macchine elettriche, computer, audiovisivi nonché l'attività di educazione fisica. 

Alle esercitazioni di lavoro sono assimilati i viaggi d'istruzione o d'integrazione della  preparazione d'indirizzo, che rientrano tra quelli programmati nel piano di offerta formativa.

L'obbligo assicurativo INAIL sussiste anche per gli studenti che partecipano ad attività di  tirocinio curriculare,  che soddisfano contemporaneamente i seguenti criteri: l'ente promotore è una Università o un ente di formazione abilitato al rilascio di titoli di studio; il soggetto beneficiario è uno studente di scuola superiore, università , master e dottorati universitari o un allievo di istituti professionali e corsi di formazione; lo stage è svolto durante il percorso di studio, anche se non direttamente correlato all'acquisizione di crediti. 

Sono da considerare tutelate le attività svolte dal tirocinante, anche non necessariamente esercitate all'interno di uno stabilimento aziendale, bensì all'aperto, in un cantiere o in un luogo pubblico, purché riconducibili al progetto di alternanza scuola-lavoro, conformemente alle previsioni della convenzione sottoscritta tra scuola e azienda ospitante e purché aventi le caratteristiche oggettive elencate dall'art.1 del DPR 1124/65. 

circolare

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza