Sabato, 28 Maggio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

TFR: FAQ Miur su doppia gestione dal 1 settembre 2015. Come funziona?

di Patrizia Del Pidio
ipsef

Le Faq pubblicate dal MIUR sulla gestione transitoria del TFR cercano di chiarire i dubbi sorti alle diverse scuole sulle novità introdotte a partire dal 1 settembre scorso.

Da tale data, infatti, è stata introdotto una nuova gestione dei contratti per le supplenze brevi, per le supplenze per maternità e per gli incarichi di religione con la nota 2966 del 1 settembre 2015.

La nuova gestione va a coinvolgere solo una parte dei contratti stipulati dalla scuole prevedendo una doppia gestione da parte di MEF e MIUR per l’invio delle pratiche di TFR.

Le Faq del MIUR cercano di rispondere ai dubbi sorti proprio sulla gestione di tali TFR.

Quali sono i TFR che dovrà inviare la scuola dal 1 settembre 2015? Spetterà alla scuola l’invio del TFR di tutti i contratti che non rientrano nella cooperazione applicativa.

Quali sono i TFR inviati dal MEF? Dal 1 settembre 2015 per i contratti gestiti in cooperazione applicativa la spedizione delle pratiche di TFR sarà gestita automaticamente dal MEF.

Per i contratti gestiti in cooperazione applicativa la scuola deve inviare le pratiche TFR tramite canale telematico? Alle scuole resta il compito di inviare in modalità telematica soltanto i TFR relativi ai contratti non gestiti in cooperazione applicativa con il MEF, quindi per quelli gestiti in cooperazione applicativa non devono essere inviate le pratiche TFR dalla scuola.

Se un docente ha servizi che si sovrappongono nella stessa scuola (supplenza breve e supplenza annuale), la scuola quale pratiche TFR dovrà inviare? Spetterà alla scuola l’onere dell’invio delle pratiche relative al TFR della sola supplenza annuale poichè tale contratto non rientra nella nuova gestione. Per quel che riguarda il TFR della supplenza breve la pratica sarà spedita dal MEF.

Se esiste un contratto continuativo gestito dal MEF la scuola deve far compilare il modello G cartaceo relativo alla pratica TFR? La compilazione della sezione G del modello TFR deve continuare ad essere richiesta dalla scuola anche se è presente un contratto senza soluzione di continuità gestito dal MEF (e quindi spetta alla scuola anche l’invio della pratica TFR per tale contratto).

I TFR relativi ad amministrati aventi diritto che non sono mai stati comunicati all’INPS devono essere comunicati dalla scuola? Per tutti i contratti stipulati prima del 1 settembre 2015 spetta alla scuola la comunicazione delle pratiche TFR all’INPS.

Per gli incarichi annuali di Religione Cattolica in regime TFS cosa cambia? Per tali contratti la modalità di trasmissione continuerà ad essere soltanto cartacea e il MEF si limiterà all’invio delle sole pratiche in regime TFR.

FAQ del MIUR

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza