Venerdì, 30 Gennaio 2015

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI
Profumo avanti tutta, più ore di lavoro e più stipendio per chi lo vorrà, e più part-time. I tagli? Non sono così tanti. 2013 "Stati generali"
di admin

red - Saranno questi i punti che il Governo metterà sul piatto della trattativa con i sindacati per il rinnovo del contratto 2014. Una scuola più aperta che necessita di orari più flessibili. Inizio 2013 Profumo convocherà una conferenza nazionale.

Cattedre a 24 ore nella secondaria: taglio di 10.000, 30.000 o 100.000 cattedre?
di Lalla

red - Dopo la lettura della bozza della Legge di stabilità organizzazioni sindacali ed esponenti politici hanno ipotizzato quanto potrebbe incidere, in termini di risparmio, sul numero delle cattedre in organico e, di conseguenza sul taglio atteso per i docenti precari, che su spezzoni e supplenze temporanee costruiscono il proprio iter verso l'assunzione a tempo indeterminato. Si perderà un posto ogni 3 o un posto ogni 4?

Aumento ore di insegnamento a 24. E se fosse una trovata elettorale?
di Lalla

ADIDA - Inutile ribadire l’antefatto: Profumo “dà i numeri” quando parla di innalzamento delle ore di insegnamento da 18 a 24. Ma se fosse una trovata elettorale? Il sospetto che la politica voglia riscattarsi dopo il “Governo tecnico” e dopo la precedente deresponsabilizzazione, addossando allo stesso le colpe della mannaia sui cittadini italiani, è venuto a molti.

Cattedre a 24 ore per i docenti delle scuole? Contiamo quelle dei professori universitari
di Lalla

Prof. Antonello Venditti – I professori universitari lavorano per 350 ore annuali, o per lo meno questo è quanto stabilito dalla legge. Infatti, il D.P.R. n. 382 dell' 11/07/1980 prevede, all'art. 10 "Doveri didattici dei professori", che i professori universitari lavorino per 250 ore annuali per attività didattiche, partecipazione a commissioni d'esame e a commissioni di laurea. Ulteriori 100 ore annuali sono previste per attività di orientamento, predisposizione dei piani di studio, etc. La ripartizione delle attività è determinata con il consenso del professore.

No alle cattedre di 24 ore per gli insegnanti della secondaria. Fermiamo il ministro Profumo
di Lalla

red - E' questo il titolo della petizione avviata in queste ore per dire no al provvedimento contenuto nella bozza della Legge di stabilità che prevederebbe l'aumento dell'orario di servizio settimanale per gli insegnanti delle scuole secondarie da 18 a 24 ore alle stesse condizioni economiche di oggi, se non addirittura ridotto da altri provvedimenti collaterali. Quasi 9.000 le adesioni e 175.000 condivisioni su Facebook in poche ore.

anief mnemosine eiform

Seguici su Facebook


In evidenza

La scuol@ di Pav