Visualizza versione mobile

Lunedì, 25 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Supplenze, potenziamento, concorso. Chi ha più diritto ad insegnare. Lettera

di redazione
ipsef

Silvia - Cara redazione, Ieri, quando sono tornata a scuola sono rimasta sconcertata. Io, precaria di II fascia, una che vive di supplenza, mi sono detta anche basta.

Il Dirigente mi comunica che da domani nella mia classe avrò un docente per il progetto di potenziamento per alcune ore. Ben venga, penso tra me e me. Conosco la collega e , sempre tra me e me, mi dico quanto sia giovane per essere stata assunta in fase C per il potenziamento, e mi mangio le mani, perché io sono fuori dalle GAE e seppur con 10 anni di insegnamento e l'abilitazione sudata faticosamente, dovrò sottopormi al concorso, sempre se il ministero si degna di pubblicare il bando e possa cominciare a studiare.

Torno a casa da scuola e mi chiama una amica-collega. Stessa situazione mia: mi dice che oggi le e' piombata in classe una collega del potenziamento, punti 0, mai insegnato. La mia mente ingenua inizia a realizzare e capisco che anche la mia collega non e' un'assunta della fase C, ma la supplente di tutti quelli della fase C a cui il governo ha permesso di sostenere l'anno di prova con assegnazione provvisoria nelle scuole dove avevano preso servizio prima delle nomine in ruolo.

Conclusione: quindi i Dirigenti hanno dovuto nominare i supplenti di quelli della fase C ( che di solito si girano i pollici in aula insegnanti o fanno i tappabuchi quando manca un collega) per mantenere l'organico. Non ce l'ho con i colleghi supplenti che hanno diritto di lavorare, ma lavorando su progetti di "potenziamento", avranno le competenze necessarie per poter svolgere il lavoro, visto che sono alle prime armi?

Sono indignata come contribuente, perché su dei posti aleatori stiamo pagando ben due insegnanti. Sono indignata come insegnante, perché Renzi, Giannini e Faraone avevano detto che la SUPPLENTITE sarebbe diminuita quest'anno. A me sembra che sia duplicata.

E lo dice una precaria, che è stufa di essere presa in giro e che pensa di avere tutti i requisiti per entrare in ruolo, checché ne dicano i signori potenti, anche senza il concorso.

L'esame di stato l'ho fatto, la mia graduatoria e' esaurita. Basta ora tocca a me.

Cordialmente

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza