Martedì, 28 Giugno 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Uno spettro si aggira nelle nostre scuole : lo spettro del nozionismo. Lettera

di redazione
ipsef

Uno spettro si aggira nelle nostre scuole : lo spettro del nozionismo. Ma cos'è questo mostro a due teste che non vuole proprio sapere di andarsene ? L'enciclopedia Treccani lo definisce nel seguente modo :  Conoscenza fondata su un complesso di nozioni, di mere notizie non approfondite né sinteticamente elaborate e organizzate; anche, metodo di insegnamento che privilegia la quantità di nozioni acquisite rispetto alla formazione critica dell'alunno. Le nuove metodologie didattiche, introdotte negli ultimi anni, come il cooperative learning, il problem solving, il brain storming ecc..le piattaforme digitali  come l'e-learning, l'utilizzo delle LIM e dei tablet, sembravano finalmente fare intravedere un cambio di rotta a favore di un tipo di didattica più inclusiva, cooperativa e costruttivista. Il MIUR da una parte chiede ai docenti di favorire questo tipo di didattica, dall'altra costruisce delle prove concorsuali di stampo nozionistico. Potrebbe sembrare un paradosso ma in realtà non è così. La maggior parte dei tecnici del MIUR ha un'impostazione culturale nozionistica in quanto si sono formati a cavallo degli anni  ' 70 - ' 80 : in quel periodo il nozionismo era l'ideologia predominante.Quindi, appare chiaramente fuori luogo chiedere ai tecnici del MIUR di riprogrammarsi e costruire delle prove diverse che dovrebbero avere come obiettivo l'accertamento soprattutto delle competenze pedagogiche, metodologiche ecc... In conclusione, cari colleghi, perdete ogni speranza voi che partecipate al futuro concorso : lo spettro....è dietro di noi....
 

Piero Aguti

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza