Venerdì, 27 Maggio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI
Gli insegnanti hanno perso la pazienza: adesso il contratto. Turi (UIL): è emergenza per gli stipendi
di redazione

UIL - Ci preoccupa la direzione che sta prendendo la nostra scuola all'indietro nella storia, ci preoccupano le ‘scuole di tendenza', ci preoccupa la trasformazione genetica che sta avendo la scuola ad opera delle legge 107.  Il Governo – ha detto Pino Turi nel suo intervento alla manifestazione di Napoli -   dietro la facciata  delle assunzioni tradisce un  ritorno neo autoritario nella scuola che pensavamo ormai scongiurato.

Sciopero 20 maggio. Galli (SEL): siamo al fianco del mondo della scuola. Numerose le problematiche non risolte dal governo Renzi
di redazione

SEL - Nel momento in cui la crisi economica ha dato origine in tutto il Paese a una preoccupante depressione civile è necessario sostenere con convinzione le rivendicazioni dei lavoratori della scuola, dell’università e della ricerca in sciopero generale domani 20 maggio. Il mancato rinnovo del contratto nazionale di lavoro − fermo da sette anni, la mancata risposta alle difficoltà del personale ATA ignorato dalla cosiddetta Buona Scuola e ripetutamente colpito da tagli ai salari e agli organici, la stabilizzazione di tutti i precari, l’allargamento dei poteri dei dirigenti scolastici, ormai sempre più schiacciati sull’amministrazione piuttosto che sull’organizzazione della didattica: sono tutte questioni che attendono una risposta di segno opposto a quanto fatto fino ad ora dal governo Renzi.  

Sciopero 20 maggio, Turi (UIL): inopportuno commento del Ministro. Rigidità e contraddizioni 107 piegate solo da contratto
di redazione

UIL - Attuare al meglio la legge 107, equivale ad aprirsi al dialogo ed al confronto –  è il commento del segretario generale della Uil Scuola, Pino Turi alle affermazioni di questa mattina del ministro Giannini – è il contratto che può governare le rigidità e le contraddizioni di questa legge.  

anief mnemosine eiform


In evidenza