Visualizza versione mobile

Domenica, 24 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Riforma classi di concorso. Prime anticipazioni del documento definitivo

di redazione
ipsef

Immagine riforma classi di concorso

Il regolamento sulle nuove classi di concorso ha ricevuto l'ok del Consiglio dei Ministri. I prossimi passaggi saranno la firma del Presidente della Repubblica e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Nel frattempo, qualche anticipazione del documento definitivo.

Le classi di concorso, attraverso un codice alfanumerico, indicano l'insieme di materie che possono essere insegnate da un docente. Ogni classe prevede specifici titoli di accesso ai percorsi abilitanti.

Con il nuovo Regolamento vengono accorpate e semplificate quelle esistenti che passano da 168 a 116. Vengono introdotte 11 nuove classi per l'insegnamento nella scuola secondaria di I e II grado

Lingua inglese e seconda lingua comunitaria. Accesso consentito a tutti i laureati vecchio ordinamento in lingue, con le relative specializzazioni, a patto di aver seguito un corso in lingua e purché il piano degli studi abbia compreso un corso annuale di linguistica generale. Potranno accedere all'insegnamento molti laureati in discipline umanistiche, ma sono state tagliate fuori lauree come scienze delle religioni, archeologia e storia dell'arte

Matematica e Scienze scuola secondaria di I grado. Accesso consentito, per la prima volta, anche ai laureati in Ingegneria. Eliminata dall'accesso laurea in Scienze forestali

Musica (scuola secondaria di I e II grado). L'accesso non sarà consentito a chi è laureato in Storia dell'arte

Arte e immagine nella scuola secondaria di I grado. Accesso aperto ai laureati in architettura (vecchio e nuovo ordinamento), disegno industriale, storia e conservazione dei beni architettonici e qualsiasi diploma di accademia delle belle arti, ma non ai "musicologi"

Disegno e storia dell'arte negli istituti di II grado. D'ora in poi escluso ai musicologi, ma aperto invece, tra gli altri, agli architetti, agli storici dell'arte o a chi ha è laureato in conservazione dei beni culturali.

Matematica nei licei e negli istituti tecnici: aperta agli ingegneri

Le nuove classi di concorso

A~23 "Lingua italiana per discenti di lingua straniera (alloglotti)";
A-35 "Scienze e tecnologie della calzatura e della moda";
A-36 "Scienze e tecnologia della logistica";
A~53 "Storia della musica";
A-55 "Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado tl ;
A-57 IITecnica della danza classica";
A-58 "Tecnica della danza contemporanea";
A~59 "Tecniche di accompagnamento alla danza";
A-63 'Tecnologie musicali";
A-64 'Teoria, analisi e composizione";
A-65 "Teoria e tecnica della comunicazione"

Inoltre, sono state aggiunte altre 2 nuove classi di concorso per ITP: Laboratorio di logistica e Laboratori di scienze e tecnologie della calzatura e della moda.

Laurea in Scienze Politiche ritorna ad essere titolo di accesso per Discipline giuridiche ed economiche

Le criticità segnalate da Comitato per la difesa dei Laureati in Scienze politiche

I l aureati v.o. ante 2001 accedevano senza l'integrazione di esami, adesso con la riforma saremo costretti ad integrare 4 annualità!. Rimane il numero dei 96 cfu per le lauree del n.o.

Per l 'accesso alla classe A18 ex A36 rimane il vincolo temporale dell'anno 2001.

Trattamento testi (ex A075 - A076). Una classe di concorso ad esaurimento, una volta andati in pensione i docenti della classe di concorso ad esaurimento A-66 (Trattamento Testi), l'insegnamento verrà affidato a docente della classe di concorso A-41 (Scienze e Tecnologie Informatiche). Ma si segnala la mancanza, nella A-41 del percorso ISTITUTO PROFESSIONALE, settore SERVIZI, indirizzo SERVIZI COMMERCIALI - Informatica e laboratorio - 1° biennio.

Riforma classi di concorso: apre le porte a concorso e TFA. Giannini: semplificare, adeguare, innovare

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza