Visualizza versione mobile

Venerdì, 29 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Registro elettronico: in alcune scuole di Milano l'appello si fa col badge

di redazione
ipsef

Gli studenti di alcune scuole di Milano entrano a scuola col badge.

Al Bertarelli di corso di Porta Romana, gli studenti non devono nemmeno strisciare il tesserino, grazie alla tecnologia a radiofrequenze, ma di recente ha aderito anche il centrale liceo classico statale ‘G. Parini‘, uno dei primi licei ad inserire l'innovazione.
Il badge serve in primo luogo a controllare gli eventuali ritardi e le assenze degli studenti, che verranno tutte inserite in un registro elettronico.
 
Per registrare la presenza basterà strisciare il tesserino di riconoscimento, dotato di codice, nelle apposite colonnine davanti ai portoni, e l'appello è fatto, i nomi appaiono direttamente sul registro elettronico. Il sistema prevede una tolleranza di 5 minuti di ritardo, dopo i quali serve la giustificazione.

Già a partire dal primo settembre scorso alcune scuole del Friuli Venezia Giulia hanno adottato badge simili sia per studenti che per docenti, per motivi di sicurezza e per monitorare le presenze all’interno dell’edificio scolastico. 

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza