Visualizza versione mobile

Giovedì, 28 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Record di docenti italiani iscritti a eTwinning

di redazione
ipsef

INDIRE - Sono oltre 8mila gli insegnanti italiani iscritti nel 2015 ai gemellaggi elettronici eTwinning, la piattaforma europea che dal 2005 mette in contatto insegnanti e classi per fare didattica in modi innovativi, sfruttando le nuove tecnologie. Nei numeri diffusi dall’Unità nazionale eTwinning INDIRE, il nostro Paese registra ritmi di crescita tra i più elevati d’Europa: le scuole italiane sono fra le più attive e numerose in termini di partecipazione, risultati e riconoscimenti e l’Italia è il quinto Paese, tra i 35 partecipanti, per insegnanti iscritti, dopo Turchia, Polonia, Francia e Spagna. Solo nell’ultimo anno i docenti iscritti sono cresciuti del 17% rispetto al 2014.
Il Direttore di INDIRE, Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa, Flaminio Galli, dichiara: “La scuola italiana è stata tra le prime ad aprire le porte a questo nuovo modo di insegnare e apprendere online. Anche nel 2015 i gemellaggi sono aumentati per l’attualità degli strumenti ICT, la novità di lavorare insieme da qualsiasi regione e per l’immediatezza con cui, con una buona idea, si può iniziare qualsiasi percorso di lavoro”.

2015: i dati della partecipazione

Si registra un incremento costante dei docenti italiani iscritti alla piattaforma, 32.389 (circa il 9% degli oltre 350.000 iscritti in tutta Europa) e un aumento dei nuovi progetti attivati: nel 2015 sono stati 2.154 (+12% rispetto al 2014). Le scuole registrate sono 10.763 e in media sono 3 gli insegnanti iscritti alla piattaforma in ciascun istituto.
Quanto agli insegnanti registrati a livello regionale, eTwinning raggiunge picchi di attività proporzionali nelle regioni più popolose: Sicilia, in primis seguita da Lombardia, Campania e Puglia. Il Sud è la zona più attiva (6.683 progetti avviati), quindi il Nord (5.700) e il Centro (3.117).
In un caso su tre le Lingue Straniere sono la materia più scelta. Le scuole lavorano anche su: salute, sport, ambiente, cultura, arte, musica, teatro, ecc. La maggior parte dei gemellaggi coinvolgono scuole partner in Francia (1326 progetti), Polonia (1093 progetti), Spagna (857) e Grecia (716). Da un anno è possibile anche attivare gemellaggi tra scuole dello stesso Paese, così come è possibile coinvolgere partner dei Paesi eTwinning Plus: Armenia, Azerbaijan, Georgia, Moldavia, Tunisia, Ucraina. Questi risultati sono stati possibili anche grazie al lavoro di
informazione e formazione, che in eTwinning avviene a livello regionale, nazionale ed europeo, in modo più o meno formale a seconda dei target/finalità/risorse. Nel complesso nel 2015 queste attività hanno coinvolto circa 7.500 insegnanti, in oltre 120 eventi in presenza e online.

Nuovo sito e manuale per gli utenti
Tutte le informazioni relative a eTwinning sono contenute nel nuovo sito nazionale etwinning.it, il principale canale di comunicazione dell’Unità italiana e punto di riferimento italiano per il personale scolastico e per tutti gli interessati sui temi dell’innovazione didattica. La struttura delle pagine ed i contenuti sono stati ripensati per facilitare l’accesso e la navigazione degli utenti. Inoltre, è disponibile in versione cartacea e online anche una nuova pubblicazione
nazionale per i docenti interessati ad eTwinning: il Manuale al buon uso. Una guida pratica per iniziare a lavorare con i gemellaggi elettronici tra scuole europee. E’ stata pensata soprattutto per gli utenti che iniziano a muovere i primi passi in eTwinning, fornendo informazioni, idee e suggerimenti per utilizzare la piattaforma al meglio, descrivendo le modalità, gli strumenti e tutti i vantaggi per la didattica e lo sviluppo professionale.

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza