Visualizza versione mobile

Domenica, 28 Agosto 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Prima possibilità di pensionamento secondo l’attuale normativa pensionistica. Casistica di pensionamento a domanda

di redazione
ipsef

consulenza

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica "Chiedilo a Lalla". Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Pensionamento forzato per il 2016

Pina  – Gentilissima Lalla,sono giorni e giorni che cerco di fare chiarezza sulle norme che regolano le pensioni 2016 ma, sentiti vari pareri,lette e rilette numerose interpretazioni delle stesse, ne esco piu confusa che mai. Ho cercato fra le sue esaurienti risposte dei casi che potessero adattarsi alla mia situazione ma non ne ho trovata alcuna,almeno credo. In realta ho dei dubbi che riguardano i requisiti pre- Fornero:* ho compiuto 65 anni nel settembre 2015      * alla data del 31/12/2011 avevo 51 anni di età       * sempre al 31/12/2011 avevo quasi 19 anni di servizio.  Rientro nel pensionamento d’ufficio oppure,come mi è stato suggerito dal sindacato,posso presentare istanza di trattenimento in servizio? La saluto cordialmente e aspetto con ansia la sua gradita risposta. A presto.

Prima possibilità di pensionamento secondo l’attuale normativa pensionistica

Concetta Amelia  – Gent.mi Consulenti, nata a Me il 16/02/ 1955). Insegno   in un  Istituto di Istruzione Secondaria Superiore a Taormina. Immessa in ruolo il  1° settembre 1987  ; attualmente ancora in servizio….Al momento della ricostruzione  carriera, dopo l’anno di prova, mi sonostati riconosciuti 4 anni diServizi pre-ruolo; ho presentato  anche domanda per riscatto   laurea . Potrei , cortesemente,  sapere quanto mi resta ancora da fare , prima di potere andare in pensione? Se fosse possibile , me ne andrei con la pensione anticipata (62+ 35 anni di contributi)…. Lo spero proprio! Sotto, riportata copia dell’ Estratto conto previdenziale. Nel ringraziare sentitamente, invio un cordiale saluto a tutta la redazione

Soddisfacimento del requisito per la pensione anticipata nel 2017

Docente  –  sono una docente di S.P. e, secondo i calcoli del Patronato a cui mi sono rivolta, io potrò andare in pensione il 1 sett.2017 con 42 anni e 3 mesi di servizio. Siccome sono nata nel 1956 e avrei 61 anni, vorrei sapere se è ancora in vigore il condono della penalizzazione, per chi non ha 62 anni, per il  periodo 2015-2017. E come quota pecuniaria andrei con lo stipendio calcolato come? (questo punto non l’ho ancora approfondito). La ringrazio per l’attenzione.

Pensione di inabilità

Giuseppe  – Gentilmente mi potrebbe dare i riferimenti normativi che consentono la pensione anticipata per motivi di salute? Inoltre qual è l iter burocratico da seguire? Distinti saluti.

Raggiungimento del requisito per la pensione di vecchiaia ovvero legata all’età

Susanna   –  Buongiorno, sono un’insegnante di scuola primaria, nata ad aprile del 1952, quindi, fra qualche mese compirò 64 anni. A fine anno scolastico 2015/2016 avrò maturato 32 anni di servizio. Sono stanca e, sinceramente, vorrei andare in pensione, anche di vecchiaia, il più presto possibile! Quando ciò potrebbe accadere e a quanto, eventualmente, ammonterebbe l’assegno di pensione, visto che devo tener conto anche del fatto che ho il mutuo da pagare un mutuo da pagare e nessun’altra entrata? Grazie, attendo fiduciosa una vostra risposta. Cordiali saluti

Casistica di pensionamento a domanda

Collaboratore Scolastico   – Pregiat.SSa Redazione, sono un Collaboratore Scolastico nato nel 59 dovrei andare in pensione anticipata dal 1° Settembre 2018(Al 31 Agosto 2018,avrò 42 Anni + 7 mesi+15 gg,di Contribuzione.< spero che per 3 mesi mancanti(x fare 42 anni e 10 mesi)non posso andarci?

Raggiungimento del requisito previsto per la pensione di vecchiaia ovvero nel 2018

Emilia  – Sono una docente di scuola superiore nata il 13 Aprile del 1952 3 al 31/12/2015 ho una anzianità di servizio di 38 anni, 03 mesi e 15 giorni. Mi sembra di capire dalla legge Fornero che in base all’età potrei andare in pensione ad agosto 2018. Ho capito bene? per favore mi spieghi per bene le date dell’età pensionabile per me sia per vecchiaia che per anzianità di servizio. Sono un ex quota 96. La ringrazio. Emilia

Pensione di vecchiaia previsti dalla L. 214/2011: dal 2016 al 2018 – 66 anni e 7 mesi

Alfonso  – un docente di scuola superiore, compio 65 anni il 2 agosto 2016 con 26 anni di contributi, ho diritto quest’anno ad andare in pensione?

Pensione di vecchia e anticipata

Lorena  – Gentile Lalla, sono un’insegnante PRECARIA della scuola primaria nata il10.12.19541 anni compiuti e circa 43 anni di servizio circa compresi i periodi di disoccupazione della scuola (3 mesi all’anno per un totale di circa tre anni). Avendo compiuto 61 anni con 43 anni di servizio , posso inoltrare la domanda di pensione anticipata dal 1 settembre 2016 che richiede per le donne 41 anni e sei mesi. Il problema è che avendo quasi 30 anni di INPS per aver svolto un’attività in proprio, attualmente la ricongiunzione INPS e INPDap è ancora onerosa, pur essendo da qualche anno un ente unico,; in effetti 4 anni fa inoltrai la domanda di ricongiunzione per sapere quanto dovevo pagare ma la domanda è inevasa anzi, pare essere smarrita nonostante i solleciti ripetuti. Anche la successiva domanda di totalizzazione gratuita, per cui occorrono 40 anni effettivi di contributi, quindi esclusa la disoccupazione, non ha avuto risposta. Ora io le chiedo urgentemente, vista la scadenza immediata del 22 gennaio, posso faqre la domanda ugualmente anche senza aver avuto la totalizzazione o la ricongiunzione, ovvero pò procedere d’ufficio l’INPS a seguito della mia domanda ad effettuarla? La seconda domanda è: sono entrata su istanze on line per visualizzare la domanda ma mi dice che non sono abilitato a farla. Deve essere la mia segreteria presso cui lavoro quest’anno ad inoltrarlo?Spero di essere stata chiara e le chiedo cortesemente una risposta sollecita, vista l’imminente scadenza.Grazie

Requisito di vecchiaia previsto dalla L. 214/2011

Maria Carmen   – Sono una insegnante di scuola primaria, mi chiamo D’AMORE Maria Carmen e sono nata il 02/08/1951.Al 31/08/2016 maturo la seguente anzianità di servizio: AA     MM     GG-servizio pre-ruolo  4      07       22- servizio di ruolo 25- altri servizi utili a pensione(maternità al di fuori del rapporto di lavoro)       3        8   t o t a l e            33    3       22 Per quanto sopra esposto chiedo: quale potrebbe essere la prima data utile per andare in pensione? Ringrazio sentitamente e porgo distinti saluti.

Requisito per la pensoine di vecchiaia ovvero legata all’età

Maria Grazia  – Buongiorno, sono un’assistente amministrativa a tempo indeterminato, nata il 14/12/1953 e con 37 anni e 10 mesi di contribuzione e, purtroppo, lo scorso anno non ho presentato domanda di pensionamento in tempo utile avvalendomi della sesta salvaguardia pur avendone i requisiti (permessi ai sensi dell’articolo 33, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104 fruiti nel 2011 per assistere la madre). Quest’anno la settima salvaguardia prevede solamente i permessi per l’assistenza ai figli disabili. Avendo maturato i requisiti già lo scorso anno, è possibile presentare comunque la domanda? Se così non fosse dovrei continuare a lavorare fino al 2020! Mi sembra una punizione eccessiva per chi ha scoperto in ritardo di avere dei diritti che non ha fatto valere. Se avete qualche consiglio da darmi ve ne sarei infinitamente grata. Grazie e cordiali saluti

“Opzione donna” sarà determinata secondo le regole del sistema contributivo

Docente  – Sono nata  il 01/02/1951/ quindi a febbraio compio 65 anni con 37 cc.di contributi.Se opto per OD.con quanta penalizzazione,andrei?Poiche dovrei lavorare fino 01/0972017 (pensione di vecchiaia,)ma non sono in grado per motivi di salute.Vorrei se possibile una indicazione approssimativa.faccio domanda di pensione con od mi e stato riferito che entro 22 gennaio,se non mi conviene devo anche ritirar4 la domanda.il tempo si avvicina,mi sapete indicare qualcosa.grazie

Pensionamento forzato per il 2016?

Assistente Amm.va  – nata il 14/05/1951, in ruolo dall’01/09/2006, secondo lei in base alla normativa vigente possono mandarmi in pensione d’Ufficio con un minimo di 20 anni di contribuzione. Nell’attesa di un risposta, magari prima della scadenza (22/01/2016). Cortesemente la saluto.

Tempistica di liquidazione del TFS

Mariantonietta  – sono un’insegnante di scuola primaria, nata il 14/4/1952 che al 31/!2/2016, avrà compiuto 42 anni e 4 mesi di servizio, utili per poter chiedere la collocazione a riposo anticipata. Leggendo il D.M.939 del 18/12/2015 inerente la cessazione dal servizio dal 1°settembre 2016, nella parte riguardante l’applicazione dell’articolo 72 del D.L.25/6/2008, n.112,convertito con modificazioni dalla L. 6/8/2008, n.133 (Personale dirigente, docente,educativo ed ATA), mi è sorto un dubbio riguardante la permanenza in servizio. Il succitato D.M. 939, infatti recita testualmente:”Com’è noto, il D.L. 24/6/2014, n.90,convertito con modificazioni dalla legge 11 agosto 2014,n.114, ha abolito l’istituto del trattenimento in servizio oltre i limiti di età.Il comma 5 dell’articolo 1,come modificato in sede di conversione del D.L 90/2014, ha generalizzato la disciplina relativa alla risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro contenuta nell’articolo 72, comma 11, del D.L.25/6/2008, n.112, prima applicabile fino al 31/12/2014″.Pertanto le pongo il seguente quesito: qualora dovessi permanere in servizio fino al compimento dei 65 anni d’età, potrei essere collocata in pensione d’ufficio il 1° settembre 2017? Se la risposta fosse positiva, potrei ricevere l’acconto del TFR dopo 9 mesi, anzichè dopo 24, come per la collocazione a riposo anticipata. Distinti saluti.

Docente di scuola primaria nata il 05/03/1956 con 40 anni, 10 mesi e 15 gg. di contributi al 31/08/2016

Assistente Amm.vo   – Gent. Redazione,una docente di scuola primaria nata il 05/03/1956 con 40 anni, 10 mesi e 15 gg. di contributi al 31/08/2016 e che può far valere una maggiorazione ai sensi della legge 388/2000 art. 80 comma 3,  di 4 anni invalidità civile superiore al 74%, quando potrà andare in pensione? Sarà per caso possibile dal 01/09/2016 Confidiamo in una risposta, GRAZIE

Pensionamento a domanda (con decorrenza 1/9/2018)

Docente   – Sono una docente della scuola secondaria di secondo grado, sono nata il 01/11/1954. Al 31/08/2016 avrò 39 anni e 6 mesi di servizio, vi chiedo se potrò andare in pensione il 01/09 2018, mancandomi i 4 mesi che completerei entro il 31/12/2018 o se devo fare un intero anno di servizio e andare in pensione il 01/09/2019. Distinti saluti.

Nata il 18.10.1950 e il 31/08/2016 maturerò 37 anni di contribuzione

Maria Letizia  – Buonasera, s’avvicina la scadenza per la domanda di pensionamento e avendo alcuni dubbi chiedo a Voi un chiarimento. Sono docente della Scuola dell’Infanzia, nata il 18.10.1950 e il 31/08/2016 maturerò 37 anni di contribuzione. Chiedo: Mi metteranno d’ufficio in pensione con decorrenza 1/9/2016 in quanto donna e con 21 anni di contribuzione al 31.12.2011? Oppure potrò restare in servizio sino al 31.08.2017 per la pensione di vecchiaia poichè raggiungerò i 36 anni e 7 mesi entro il 31/12/2017? Resto in attesa di gentile riscontro, porgo cordiali saluti. Grazie.

Docente di scuola primaria nata il 27/10/1957 che al 31 agosto 2017 maturerà 40 anni di contribuzione

Docente   – Buonasera, sono una docente di scuola primaria nata il 27/10/1957 che al 31 agosto 2017 maturerà 40 anni di contribuzione. Volevo gentilmente conoscere, alla luce degli ultimi adeguamenti, quando potrò andare in pensione. Grazie.

Raggiungimento del requisito per la pensione anticipata

Maria   – Gentile redazione, sono un insegnante di scuola dell’infanzia nata il 23/08/1952, chiedo cortesemente di sapere quando potrò andare in pensione. Al 31/12/2018 avrò 41 anni 10 mesi e una settimana di contributi. Chiedo conferma se la mia uscita sarà il 1/9/2018. Inoltre le chiedo i contributi versati all’INPS  per il periodo pre ruolo e avendo fatto domanda di ricongiunzione per i periodi da trasferire all’INPDAP, vorrei sapere se il periodo di disoccupazione risultante nell’estratto conto INPS può essere conteggiato ai fini della somma totale. In attesa di un vs riscontro, cordialmente saluto.

Requisiti per i prossimi anni: 2016/2018

Rosanna – sono un’insegnante di Scuola Media Superiore e vorrei sottoporle questo quesito riguardante la mia possibilità di andare in pensione. Ho compiuto già 64 anni di età, essendo nata il 05.08.1951; secondo Lei, in base alle regole attualmente vigenti, posso sin da quest’anno fare domanda di pensionamento per raggiunto limite di età (c.d. pensione di vecchiaia)? Se ciò non fosse possibile quando potrò andare in pensione avendo maturato (al 31.08.2015) anni 38, mesi 6, giorni 24 di servizio e avendo compiuto 64 anni di età il 05.08.2015? Nel ringraziarla anticipatamente Le porgo i miei più cordiali saluti.

Pensionamento anticipato nel medesimo anno ovvero 2018

Maria   – Buonasera, sono un’insegnante di scuola secondaria di I° grado, fra qualche mese compirò 64 anni e nel mese di Agosto compirò 40 anni e due mesi di servizio. Circa dieci anni fa sono stata riconosciuta dalla Commissione Medica Militare invalida al 46% per causa di servizio. Premetto che ho svolto il mio lavoro sempre con solerzia e seria dedizione. Adesso non credo di essere capace di svolgere il mio lavoro come ho sempre fatto. Domanda: posso utilizzare in qualche modo la mia invalidità ai fini pensionistici ? Alla data odierna il mio stato di salute è più o meno precario, purtroppo non ho mai inoltrato istanza di riconoscimento per l’invalidità civile. Nell’anno 2011 ho solo inoltrato la richiesta di pensionamento che la Legge cd. “Fornero” ha bloccato come tutti sanno. Ringrazio anticipatamente e porgo ogni cordialità.

“Opzione donna” sarà determinata secondo le regole del sistema contributivo, oggettivamente il più penalizzante dei tre previsti dalla normativa

Giovanna  – Gentili consulenti di orizzonte scuola, mi chiamo Giovanna e sono una insegnante tecnico pratico di un Istituto professionale, sono nata il 3 Aprile del 1955 e nell’anno scolastico 2015/2016 ho maturato 40 anni di servizio. Vorrei andare in pensione con l’opzione donna, sono consapevole che al mese mi verrebbe corrisposta una pensione inferiore rispetto a quanto mi spetterebbe con il sistema retributivo andando in pensione al raggiungimento degli anni di servizio, tuttavia non so quantificare la differenza. Vi scrivo pertanto per chiedervi con il sistema contributivo quale potrebbe essere l’importo che perderei al mese rispetto a quanto prenderei con il retributivo tra 2 anni. Grazie.

Pensionamento anticipato nel 2018

Giovanni – docente, nato il 09/04/1953 in servizio dal 10/09/1978, ho riscattato gli anni della laurea (I.S.E.F.) e il servizio militare effettuato dal 01/03/1974 al 03/04/1975,in tutto fino al 31-09 -15 ho 40 anni e 11 mesi desidero sapere cortesemente la prima data utile per andare in pensione. Cordiali saluti.

Pensione anticipata nel 2017

Anna Maria – nata 11.03.1954, assistente amm.va al 28.02.2016 40 anni di servizio, quindi secondo quello che ho compreso  dovrei andare in pensione dall’01.09.2017, se volessi andare il 1 sett. 2016 con la opzione donna col conteggio contributivo quando perderei? e’ possibile fare conteggio preciso e a chi mi devo rivolgere?  Grazie

Pensione anticipata nel 2018, con decorrenza 1/9

Marisa – Sono sono assistente amministrativa in un istituto Comprensivo (scuola statale) ho iniziato ininterrottamente dal 5\10\1976, quindi quest’anno alla stessa data i miei anni di servizio sono 40. Sono nata il 23\09\57 quindi anni 59. Sono a chiederele se lei o altro personale, mi può fornire indicazioni su quando e a quali condizioni economiche posso fare la domanda di pensionamento. La ringrazio anticipatamente e le invio cordiali saluti

 

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza